Meredith, permesso premio di 36 ore per Guede. Sollecito: si penta

1' di lettura

Il giovane, condannato per concorso in omicidio, lascerà il carcere di Viterbo per recarsi in una cooperativa impegnata nel recupero dei detenuti

Permesso premio di 36 ore. A Rudy Guede, che sta scontando 16 anni di reclusione per l'omicidio di Meredith Kercher nel carcere di Viterbo, è stato concesso di uscire dal penitenziario per recarsi in una cooperativa impegnata nel recupero dei detenuti.

 

Sollecito: si penta per ciò che ha fatto - Immediato l’intervento di Raffaele Sollecito, assolto il 27 marzo 2015 in via definitiva dalla Cassazione per l’omicidio della studentessa inglese. "Mi rammarica che Rudy Guede non si sia mai pentito - ha detto il 32enne - Mi auguro che chi ha concesso a Guede il permesso lo abbia fatto in un percorso di reinserimento sociale". Sollecito ha quindi spiegato di non attendersi nuove verità da Guede. "Ha sempre detto menzogne e le direbbe anche ora. Preferirei che si pentisse per quello che ha fatto”.

 

Guede è stato processato con il rito abbreviato ed è l'unico a essere stato condannato per l'omicidio di Meredith Kercher. L’accusa nei suoi confronti è concorso in omicidio. Finirà di scontare la pena nel 2024.

Leggi tutto