Truffa a Milano, fingevano di vendere case di lusso: 8 arresti

1' di lettura

Scoperto imbroglio da 2 milioni di euro. I componenti della banda proponevano appartamenti a prezzi notevolmente inferiori al valore di mercato

Otto arresti per una truffa da 2 milioni di euro. È il bilancio di una vasta operazione dei carabinieri di Milano che hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di otto cittadini italiani ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, falso, sostituzione di persona ed impiego di denaro di provenienza illecita.

 

Truffa da 2 milioni di euro - L'operazione ha permesso di ricostruire l'attività di un gruppo criminale che dal gennaio 2013 al marzo 2016 ha effettuato 17 compravendite fittizie di immobili di pregio in quartieri centrali di Milano, truffando, agli ignari acquirenti, la cifra complessiva di circa 2 milioni di euro.

 

Così operava la banda - La banda, composta da persone particolarmente abili ed esperte del mercato immobiliare, approfittava della buona fede dei proprietari di case di lusso che venivano avvicinati con la scusa di avere un portafoglio di facoltosi clienti stranieri.

I dati ottenuti venivano poi utilizzati per clonare documenti d'identità che servivano per proporsi agli acquirenti come proprietari degli appartamenti che venivano proposti a prezzi notevolmente inferiori al valore di mercato. E le caparre ottenute venivano utilizzate per acquistare lingotti d'oro in Svizzera.

Leggi tutto