Estorsioni, Maniaci: contro di me vendetta dei giudici

Pino Maniaci con il suo avvocato Antonio Ingroia (Fotogramma)
1' di lettura

Il direttore della tv locale Telejato interrogato dal gip: "Pago le mie denunce contro la Saguto”

"Pago le mie denunce contro il giudice Saguto e la sua gestione della sezione misure di prevenzione del tribunale. Basta leggere le intercettazioni per capirlo: era lei a sollecitare che si indagasse su di me. Assistiamo ad una giustizia a due velocità: c'è gente libera, indagata per corruzioni milionarie, mentre io sono stato massacrato e mi trovo un divieto di dimora per accuse ridicole". Pino Maniaci, giornalista di Telejato, accusato di estorsione, dopo essere stato interrogato dal gip ha convocato i giornalisti nello studio dei suoi legali e ha parlato di vendette e complotti. 

Ingroia: crocifisso ingiustamente - "E' stato crocifisso mediaticamente. Lo sproporzionato provvedimento cautelare adottato nei suoi confronti ha avuto l'effetto di imbavagliarlo", ha detto Antonio Ingroia, l'ex pm che ora lo difende in qualità di avvocato: "Siamo di fronte a gossip, ad un processo mediatico e alla vita privata di Maniaci. E' un tentativo di imbavagliarlo molto sofisticato".

“Uccisione cani? Mi vantavo con donna” - A chi gli chiede se sia vero che ha fatto passare come attentato mafioso l'uccisione dei suoi cani, sapendo bene, invece, che il gesto era legato ad una questione personale, Maniaci risponde: "Non so chi abbia ammazzato i miei animali, infatti la denuncia era contro ignoti, ma ho cercato di accusare quell'uomo per avere un tornaconto personale. Questa persona era il marito di una donna con cui volevo vantarmi".

 

Leggi tutto