Scuola, al via il concorsone. Sciopero generale il 23 maggio

1' di lettura

Le prove scritte andranno avanti fino al 31 maggio. Le cattedre sono 63mila per 165mila candidati. I sindacati chiamano alla mobilitazione  

Partito oggi il concorso per insegnanti previsto dalla "Buona scuola". Le prove scritte andranno avanti fino al 31 maggio prossimo. Sono 63.712 cattedre per 165.578 candidati.

Sempre oggi i sindacati hanno annunciato per il prossimo 23 maggio lo sciopero generale.


Età media - L'età media dei candidati è di 38,6 anni, ma tra gli iscritti c'è anche chi è ormai a fine carriera. Imponente la macchina organizzativa. Sono infatti oltre 2.500 le sedi d'esame, 139 le classi di concorso coinvolte a fronte delle 31 della selezione del 2012. Per gli scritti sono state elaborate 93 tipologie di prova.

 

Come funziona la prova - La prova prevede 8 domande che riguardano la materia di insegnamento di cui 2 in lingua straniera (inglese, francese, tedesco o spagnolo, obbligatoriamente l'inglese per la primaria). I quesiti sono 6 a risposta aperta (di carattere metodologico/didattico e non nozionistico) e 2 (quelle in lingua) a risposta chiusa. Nella valutazione dei titoli si valorizzeranno, fra l'altro, i titoli abilitanti, il servizio pregresso, il dottorato di ricerca, le certificazioni linguistiche.

 

False notizie - "La prova per il concorsone per la scuola secondaria superiore si sta svolgendo in piena regolarità: non so chi abbia qualcosa contro questa scuola ma si tratta di un vero e proprio boicottaggio molto grave. Ci lasciassero lavorare in pace". Così la preside dell'Istituto Virgilio di Roma dopo la diffusione in rete della falsa notizia che il concorso per la selezione nazionale per i docenti era stato sospeso per assenza di commissari e che erano intervenute le forze ordine.  Notizie poi smentite dal dirigente scolastico e dalle forze dell'ordine.  

 

Il prossimo 23 maggio stop alle lezioni in  tutta Italia. I sindacati della scuola hanno infatti proclamato lo  sciopero generale per il prossimo mese. Ad annunciarlo Flc cgil, Uil  scuola, Cisl scuola e Snals da Piazza Montecitorio dove questa mattina è in corso un sit-in dei sindacati
Il prossimo 23 maggio stop alle lezioni in  tutta Italia. I sindacati della scuola hanno infatti proclamato lo  sciopero generale per il prossimo mese. Ad annunciarlo Flc cgil, Uil  scuola, Cisl scuola e Snals da Piazza Montecitorio dove questa mattina è in corso un sit-in dei sindacati
Il prossimo 23 maggio stop alle lezioni in  tutta Italia. I sindacati della scuola hanno infatti proclamato lo  sciopero generale per il prossimo mese. Ad annunciarlo Flc cgil, Uil  scuola, Cisl scuola e Snals da Piazza Montecitorio dove questa mattina è in corso un sit-in dei sindacati

Leggi tutto