Petrolio nei fiumi a Genova, continua l'opera di bonifica

1' di lettura

Allarme inquinamento: l’obiettivo è togliere il greggio dalle acque. L'ondata di maltempo, prevista a partire da giovedì, potrebbe complicare le operazioni per lo sversamento di idrocarburi  

Si continua ad aspirare petrolio nei fiumi di Genova, dopo lo sversamento del greggio che si è riversato in tre torrenti fino ad arrivare nel Polcevera e nel Fegino. Le operazioni di bonifica sono lunghe e complesse e devono anche fare i conti con il fattore meteo; nei prossimi giorni sono infatti previste forti piogge che potrebbero ingrossare i torrenti, ora quasi in secca, e trasportare così il greggio fino a valle.

 

 

L’allarme dell’Arpa -  A questo, si aggiunge l’allarme dell’Arpal che, in un comunicato sugli sforzi in atto per limitare i danni provocati dalla fuoriuscita di greggio nella Valpolcevera, denuncia che alcune piccole chiazze di petrolio, sospinte dal vento e dalle correnti, sono sfuggite alle panne e si stanno indirizzando verso il largo.

 

Leggi tutto