Donna sgozzata a Bologna, confessa il marito

1' di lettura

L’uomo si trova ora in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato

Ha confessato il marito della donna trovata morta, con la gola tagliata, nella notte tra martedì e mercoledì a Miravalle di Molinella, nel Bolognese. L’uomo, tassista di 52 anni, ha ammesso di aver ucciso la moglie, al culmine di una colluttazione, dopo che lei lo aveva aggredito accusandolo di avere una relazione extraconiugale.

In precedenza il tassista, quando era stato sentito in veste di persona informata sui fatti, aveva negato davanti agli inquirenti qualunque coinvolgimento nell'omicidio, sostenendo di essere stato vittima di un'aggressione al rientro a casa, di essere svenuto e di aver trovato la moglie morta in soggiorno una volta ripresa conoscenza. La sua versione però non aveva convinto gli inquirenti che avevano disposto il fermo nei suoi confronti. Sentito di nuovo, in presenza del suo avvocato, è arrivata la confessione. L’uomo si trova ora in carcere con l'accusa di omicidio volontario aggravato.

Leggi tutto