Addio a Cesare Maldini, ex allenatore della Nazionale

1' di lettura

Bandiera del nostro calcio, è stato il primo italiano a sollevare la Coppa dei Campioni, nel 1963 con la maglia del Milan. LA FOTOSTORIA - I TWEET

E' morto a 84 anni Cesare Maldini, ex giocatore del Milan ed ex allenatore della Nazionale italiana di calcio e padre di Paolo, ex terzino rossonero. A darne notizia la famiglia Maldini, che in una nota "annuncia con immenso dolore la scomparsa di Cesare nella notte tra sabato e domenica”. I funerali saranno celebrati il 5 aprile nella basilica di Sant'Ambrogio a Milano alle ore 11.

La fotostory:


Nato a Trieste, il suo esordio avviene il 24 maggio 1953 proprio con la maglia della Triestina, della quale l'anno dopo è già capitano.  Subito dopo passa al Milan, dove militerà dalla stagione 1954-1955  fino al 1966, disputando 347 partite e vincendo 4 scudetti, una Coppa Latina e una Coppa dei Campioni. Sarà proprio lui, nel 1963, il  capitano che alzerà la prima Coppa dei Campioni vinta dai rossoneri  battendo a Wembley il Benfica di Eusébio.

Dal 1967, conclusa la carriera da calciatore, diventa allenatore:  prima al Milan come vice di Nereo Rocco per tre stagioni, poi al  Foggia, alla Ternana e quindi con il Parma, che Maldini porterà dalla  C1 all Serie B. Dal 1980 al 1986 è l'allenatore in seconda di Enzo  Bearzot. Poi passa all'Under-21, con la quale è tre volte consecutive  campione europeo. Nel 1996 va alla guida della Nazionale maggiore: la  lascerà due anni dopo, in seguito all'eliminazione subita dalla Francia, che diventerà campione del mondo, nei mondiali Francia 1998.

"Il presidente Berlusconi e tutta la Società ne ricordano il carisma, il garbo, il sorriso" si legge sul sito del Milan, che ricorda Cesare Maldini anche su Twitter. Anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha voluto ricordare Maldini, con un tweet. 

In questa gallery, gli omaggi a Maldini sul social network:

Leggi tutto