1' di lettura

Omicidio colposo: questa l’accusa per tre agenti della polizia municipale e lo psichiatra che autorizzò il Trattamento sanitario obbligatorio per Andrea Soldi. Dall'esame autoptico è emerso che la causa della morte del 45 sarebbe stata “strangolamento atipico". E' uno degli ultimi atti della carriera del pm Raffaele Guariniello, al suo ultimo giorno di lavoro

Il pm Raffaele Guariniello ha chiuso l'inchiesta sul caso di Andrea Soldi, il 45enne affetto da schizofrenia morto ad agosto dopo un trattamento sanitario obbligatorio (Tso). Le persone indagate sono quattro, tre vigili urbani e un medico psichiatra. Sono tutti accusati di omicidio colposo.

Si tratta di uno degli ultimi atti della carriera del procuratore Guariniello, oggi al suo ultimo giorno di lavoro.

 

 

“Strangolamento atipico” – Secondo la consulenza medico-legale eseguita da Valter Declame, consulente della Procura, quella di Soldi fu una morte violenta, causata da uno "strangolamento atipico", a cui contribuì anche la modalità di trasporto del paziente.
Soldi subì "un'asfissia da compressione delle strutture profonde vascolo-nervose del collo e l'ostruzione delle alte vie aeree". Il paziente, dopo aver perso conoscenza, sarebbe stato trasportato al pronto soccorso ammanettato e proprio la posizione assunta durante il viaggio verso l'ospedale avrebbe aggravato le sue condizioni, in quanto "incompatibile con la possibilità di una ventilazione efficace". 

Leggi tutto