Smog, blocco del traffico a Milano. Targhe alterne a Roma

1' di lettura

La giunta meneghina ha deciso il fermo per le auto private dal 28 al 30 dicembre. Stessa misura anche a Pavia. Dietrofront del Campidoglio, che aveva annunciato lo stop alla circolazione per lunedì 28 e martedì 29. Provvedimenti anche ad Alessandria, Torino e Palermo. Ma il Cnr avverte: "Sono misure non adeguate"

Natale all'insegna dello smog e dei blocchi al traffico. Con il perdurare delle condizioni meteo che favoriscono la presenza di polveri sottili, molte città hanno preso provvedimenti che riguardano la circolazione e i riscaldamenti.

A Milano stop 28, 29 e 30 - Milano, ad esempio, ha deciso che le macchine non circoleranno nei giorni 28, 29 e 30 dicembre. E il sindaco Pisapia ha invitato tutti i comuni dell'area metropolitana a seguire l'esempio del capoluogo: "Studi scientifici dimostrano che per avere una maggiore efficacia i provvedimenti contro l'inquinamento atmosferico devono riguardare un territorio vasto e non solo singoli Comuni". Il provvedimento della Giunta milanese è accompagnato dalla proroga degli sconti per l'utilizzo dei mezzi pubblici.




Targhe alterne a Roma 
– A Roma in un primo momento era stato annunciato che il commissario Francesco Paolo Tronca avrebbe disposto il blocco totale della circolazione all'interno della Fascia Verde per due giornate consecutive, lunedì 28 e martedì 29 dicembre, dalle 10 alle 16. Il Campidoglio, in vista del blocco, aveva anche dato indicazione all'Atac di venire incontro alle esigenze di mobilità dei cittadini e di favorire l'uso del trasporto pubblico con un titolo di viaggio speciale, 'Ecobit': un biglietto da 1,50 euro con validità giornaliera. Più tardi, però, è arrivato il dietrofront: si proseguirà con le targhe alterne.



Provvedimenti antismog anche a Torino, Pavia, Alessandria e Palermo
– Anche altre città stanno predisponendo misure anti-smog. Biglietto unico valido h24 anche a Torino dal 26 al 29 dicembre, mentre ad Alessandria un'ordinanza del sindaco ha disposto per due giorni la gratuità assoluta del trasporto pubblico. Blocco del traffico anche a Pavia, dove i veicoli privati non potranno circolare da lunedì 28 a mercoledì 30 dicembre. A Palermo, per contrastare lo smog, il centro storico è stato trasformato in una ramblas di tre chilometri. Il Comune ha deciso di raddoppiare le aree off limits alle auto, istituendo fino al 6 gennaio una mega isola pedonale. In Lombardia, inoltre, l'assessore all'Ambiente, Claudia Maria Terzi, ha invitato prefetti e sindaci "a limitare al massimo o vietare lo svolgimento di fuochi d'artificio e spettacoli pirotecnici e ogni possibile fonte d'immissione di gas e particolati atmosferici". Limitazioni anche al riscaldamento di case, negozi e uffici.

Valori fuorilegge anche a Bologna


Cnr: "Misure non adeguate"
– Queste decisioni, però, vengono giudicate inadeguate dal direttore dell'Istituto sull'inquinamento atmosferico del Cnr, Nicola Pirrone, secondo cui "gli amministratori delle città, presi dalla disperazione, hanno disposto misure non adeguate". Bisogna, sostiene lo studioso, "ripensare le città" in modo globale, "con un progetto di interventi strutturali", che prevedano "la decarbonizzazione dell'economia". Insomma serve "ripensare la governance" delle città con "un impegno politico ed economico importante" e una "cabina di regia nazionale". Nello specifico, secondo Pirrone, bisogna incentivare l'uso di auto elettriche, ridurre gli impianti di riscaldamento a combustibili fossili e puntare su fonti rinnovabili, aumentare le linee della metro e dei bus elettrici, incrementare le zone a traffico limitato. "I tecnici hanno indicato le soluzioni, che non sono a costo zero - conclude - ma resta tutto un libro dei sogni nel momento in cui bisogna mettere mano al portafogli. E sono somme importanti". Occorre disponibilità economica e una strategia di interventi, aggiunge, "ma è la politica che deve fare la sua parte".

Il sindaco di Pavia: "Blocco traffico da lunedì a mercoledì"

Leggi tutto