Maltempo al Sud: nubifragi, raffiche di vento e grandine

1' di lettura

Nuova allerta della Protezione civile per le regioni meridionali, già colpite da forti acquazzoni nella giornata di domenica. Disagi nel sud-est Barese e nel Cosentino, dove 15 famiglie sono rimaste isolate a causa di uno smottamento. Da mercoledì sarà autunno anche al Nord. LE PREVISIONI

Il maltempo arriva sull’Italia (PREVISIONI) e sembra archiviare definitivamente l’estate, una delle più calde degli ultimi anni. Già nella giornata di domenica una forte e improvvisa perturbazione si è abbattuta in alcune zone della Puglia (tra le province di Bari, Brindisi e Taranto), provocando allagamenti in molti comuni: a Putignano, Castellana e Monopoli, nel sud-est Barese, si sono registrati i maggiori disagi.

 

Nuova allerta - La Protezione civile ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteorologiche avverse (che integra ed estende quello diffuso domenica) per temporali e rovesci su Emilia Romagna e Centro-Sud. Il meridione infatti sarà ancora interessato da venti forti settentrionali,  con raffiche di burrasca su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, e mareggiate lungo le coste esposte.

 

Famiglie isolate nel Cosentino - Situazione critica anche nel Cosentino, dove è di nuovo emergenza nella Sibaritide, area duramente provata a causa dei nubifragi del 12 agosto scorso. A causa delle abbondanti piogge cadute durante la notte ed ancora in corso, 15 famiglie sono rimaste isolate nella frazione Colagnate di Rossano, a causa dell'interruzione della strada che collega la frazione al centro cittadino.

 

Sole al Nord, ma fino a martedì - Le previsioni sembrano certificare il ritorno dell’autunno, non solo sul calendario. Se al Nord infatti il sole continuerà a splendere ancora per qualche ora, da mercoledì anche al Settentrione è atteso l’arrivo di una fresca bassa pressione. Mercoledì si attendono condizioni di forte maltempo su Lombardia e Triveneto, soprattutto sui settori alpini e prealpini, dove si aspettano nubifragi, ma soprattutto il ritorno della neve sopra i 1500 metri.

Leggi tutto