Napoli, si torna a sparare: 26enne ucciso in un agguato

1' di lettura

Il giovane si trovava a bordo del suo scooter a San Pietro a Patierno, nella zona dell’aeroporto di Capodichino, quando è stato avvicinato da uno o più sicari che hanno sparato diversi colpi di pistola. Non si esclude nessuna pista. Il cardinale Sepe: "Basta sangue"

Si torna a sparare a Napoli. Un 26enne incensurato è stato ucciso nella serata di venerdì mentre si trovava sul suo scooter per strada a San Pietro a Patierno, nella zona dell’aeroporto di Capodichino.

Indagini a 360 gradi - Secondo una prima ricostruzione, il giovane stava percorrendo via Louis Bleriot quando è stato avvicinato da uno o più sicari che hanno sparato diversi colpi di pistola uccidendolo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che al  momento non escludono nessuna pista, anche se appare poco probabile l'ipotesi di un tentativo di rapina.

Sepe: "Basta sangue sulla nostre strade" - L'arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio  Sepe, nell'omelia pronunciata in occasione delle celebrazioni di San Gennaro nel Duomo di Napoli, ha voluto lanciare un appello: "Proprio in questo giorno di festa in cui tutti, e non solo a Napoli, testimoniamo la nostra profonda devozione al Martire Gennaro, vogliamo gridare con forza: basta sangue per le nostre strade e in tante case, basta violenza, basta dolore, lutto, basta morti innocenti, basta naufraghi e cadaveri di quanti cercano, coraggiosamente ma troppo spesso tragicamente, libertà, pane e futuro”.
 

Leggi tutto