Napoli, due omicidi in poche ore: una delle vittime è minorenne

1' di lettura

Un 17enne, con numerosi precedenti, è stato ucciso in piazza Sanità. Tra le ipotesi al vaglio quella che sia stato colpito da un proiettile vagante in una sparatoria tra bande. Sabato sera un 30enne, anche lui pregiudicato, è stato assassinato nel quartiere Ponticelli mentre usciva dal negozio della sorella da due sicari a bordo di uno scooter

Un ragazzo di 17 anni, con numerosi precedenti, è stato ucciso in piazza Sanità, a Napoli. Il giovane è stato trovato a terra in fin di vita e portato all’ospedale Vecchio Pellegrini dove è morto. Il giovane postrebbe essere stato colpito, al petto e alla schiena, da un proiettile vagante esploso in una sparatoria tra bande. La Polizia ha trovato a terra, nei pressi della chiesa di San Vincenzo, 18 bossoli di due diversi calibri. Il minore, residente in via Santa Maria Antesaecula, avrebbe compiuto 18 anni il prossimo 13 giugno. Sul fatto indagano gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Napoli.

 

Un omicidio che segue di poche ore un altro. Sabato sera un 30enne è stato ucciso in un agguato mentre usciva dal negozio della sorella, in via Camillo De Meis, nel quartiere di Ponticelli, a Napoli. L'uomo, con precedenti di polizia, è stato accompagnato dai familiari all'ospedale Villa Betania, dove è arrivato senza vita. In due, a bordo di uno scooter, gli si sono avvicinati e hanno esploso contro cinque-sei colpi di pistola al torace e alla testa.

Leggi tutto