Brescia, altri due fermati per l'omicidio in pizzeria

1' di lettura

Arrestate due persone considerate complici degli assassini dei coniugi Seramondi, uccisi nel loro locale lo scorso 11 agosto. Si tratta di due stranieri, uno è accusato di concorso in omicidio plurimo premeditato, ricettazione e detenzione di arma; mentre il secondo deve rispondere solo di questi ultimi due reati

La polizia di Brescia ha arrestato due persone, considerate i complici degli assassini dei coniugi Seramondi, freddati nella loro pizzeria da asporto di Brescia la mattina dello scorso 11 agosto. Si tratta di due stranieri: uno, arrestato a Mairano in provincia di Brescia, è accusato di concorso in omicidio plurimo premeditato, ricettazione e detenzione di arma; mentre il secondo, fermato a Cremona, deve rispondere di ricettazione e detenzione di arma.

Francesco Seramondi e la moglie Giovanna Ferrari sono stati uccisi lo scorso 11 agosto, nella loro pizzeria da asporto "Da Frank" a Brescia. Dopo pochi giorni di indagini, il 16, sono stati arrestati due cittadini stranieri, un indiano e un pakistano, legati a un'attività concorrente della pizzeria delle vittime. I due hanno confessato l'omicidio, anche se secondo gli inquirenti il movente andrebbe ancora chiarito.

Leggi tutto