Aggressione con acido: Martina vedrà il figlio una volta a settimana

1' di lettura

I genitori, condannati a 14 anni per aver sfigurato con l'acido un ragazzo, potranno fare visita al bimbo in carcere e non nella comunità dove il neonato è stato portato. Intanto sono decine le richieste di adozione arrivate per il piccolo

Sono decine le richieste di adozione per il piccolo nato dalla relazione tra Martina Levato e Alexander Boettcher, entrambi condannati a 14 anni di carcere per aver sfigurato con l'acido un ex compagno di studi.

Tante persone hanno fatto pervenire una richiesta al tribunale dei minori di Milano per adottare il bimbo che si trova in una struttura per minori, dopo che i giudici hanno deciso di separarlo dalla madre, tornata nel carcere di San Vittore.

 

Come disposto dal tribunale, tuttavia, Martina e Alexander, oltre ai nonni, potranno continuare a veder il bambino.

Oggi si è svolto un colloquio tra i nonni e i servizi sociali per valutare le modalità di incontro e si è stabilito che la madre potrà vedere il figlio un volta alla settimana, anche se non ancora non è stato stilato un vero proprio calendario.

I nonni potranno stare con il nipote due volte alla settimana. Tutto sempre con le "modalità protette" indicate del tribunale. Il bimbo, venuto alla luce a Ferragosto nella Clinica Mangiagalli, verrà portato in carcere dalla madre dove potrà trascorrere del tempo con lei.

 

 

Leggi tutto