1' di lettura

Traffico intenso e code a tratti sulla A1, il giorno dopo gli incidenti che hanno provocato ore di blocchi. Sulla Salerno Reggio Calabria aperte due corsie. Difficoltà in Veneto e Lombardia sulle strade di montagna a causa del maltempo

Traffico intenso, più dello scorso anno, fin dalle prime ore del mattino in questo sabato da "bollino nero”. Dopo gli incidenti che ieri hanno bloccato per ore l’A1 e l’A14, oggi le autostrade sono messe a dura prova dall’esodo estivo. Rallentamenti e code si registrano per gli spostamenti verso le località turistiche, in particolare verso la Slovenia, ad est, e sulla direttrice nord-sud. Lo segnala la società Autostrade per l'Italia. Dalle 8 è entrato in vigore il divieto di circolazione dei mezzi pesanti, che varrà fino alle 22 e si reitererà domenica nella stessa fascia oraria.

Code a tratti su A1 e A14 - Sulla A1, dopo il caos di venerdì, sono segnalate code a tratti tra Modena sud e l’allacciamento con l’A14 e da Piacenza a Bologna in direzione sud. Stessa situazione sulla A14 fino a Cesena, direzione mare. Traffico intenso all’altezza della diramazione Roma sud in direzione Napoli.

Traffico intenso sulla Salerno-Reggio Calabria - Traffico intenso anche lungo l'intera autostrada A3 "Salerno-Reggio Calabria", con punte di oltre 4 mila veicoli/ora nel salernitano. Con l'intensificarsi dei flussi di circolazione, alle ore 6.30 Anas ha attivato la prevista manovra di regolazione del traffico consistente nella messa a disposizione delle due corsie di marcia disponibili in direzione sud tra Laino Borgo e Mormanno al fine di agevolare il flusso d'esodo. Grazie a questo intervento, il traffico è sostenuto ma regolare, a parte qualche rallentamento in avvicinamento all'area di cantiere del Viadotto Italia, l'unico di tutta l'A3, che peraltro è stato ridotto da 6 a 3 km dopo l'apertura del viadotto Jannello. Per i veicoli diretti a nord è prevista l'uscita obbligatoria presso Mormanno e il rientro in A3 presso Laino Borgo. All'imbarco di Villa San Giovanni si registrano due ore di attesa in direzione Sicilia.

Code alla barriera di Vipiteno - Giornata difficile anche sull'autostrada A22 del Brennero: il traffico è fortemente rallentato e le code sono frequenti. Alla barriera di Vipiteno, in entrata verso l'Italia, i chilometri di coda sono otto. Migliaia sono i turisti stranieri, in gran parte provenienti dalla Germania, che si stanno recando nelle località balneari e turistiche italiane. Traffico fortemente rallentato anche verso nord con due chilometri di coda a Vipiteno. Traffico in intensificazione anche al Traforo del Monte Bianco, dove sono segnalate due ore di coda nel versante francese (verso l'Italia) e un'ora nella direzione opposta. Per le prossime ore è previsto un ulteriore aumento delle auto in transito, soprattutto in direzione Francia. Rallentamenti per traffico sostenuto anche sulle principali arterie, in particolare in Val Pusteria. La statale dello Stelvio, versante valtellinese, tra Bormio ed il passo è chiusa a seguito di una frana.

Esodo difficile verso le località di montagna - Circolazione difficile sulle strade di Veneto e Lombardia che conducono verso le località montane: le piogge intense abbattutesi nella notte sulle due regioni hanno provocato frane e smottamenti e la chiusura di ampi tratti delle strade statali 51 "di Alemagna", 301 "dello Stelvio" e 38 "del Foscagno". Coda fino a 15 km, poi, in direzione Cortina d'Ampezzo a causa della frana che ha interrotto la strada nel tratto tra San Vito di Cadore e il capoluogo ampezzano.

Leggi tutto