Maturità al via tra Calvino, Malala e la Resistenza

1' di lettura

Mediterraneo specchio di civiltà e Sfide del XXI secolo offrono hanno offerto spunti per il saggio storico-politico e per quello socio-economico. Poi, la letteratura come esperienza di vita. LE TRACCE

Mentre proseguono le polemiche per la riforma della scuola e il possibile slittamento dell'assunzione dei precari, quasi mezzo milione di studenti ha affrontato la prima prova dell'esame di Stato che chiude il ciclo delle Superiori (foto). Si è iniziato con lo scritto di italiano, uguale per tutti, dal Classico ai Tecnici. Domani tocca alla seconda prova, diversa per ciascun indirizzo e quest'anno con qualche new entry visto che fanno il loro debutto alla Maturità i nuovi indirizzi della riforma Gelmini, liceo coreutico e musicale in testa.


Da Calvino a Malala, le tracce - Ecco le tracce: tema storico incentrato su una riflessione sulla Resistenza; tema di ordine generale dedicato a Malala e al diritto all'istruzione ( "Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo", la frase del Nobel per la Pace); "Il sentiero dei nidi di ragno" di Calvino.
I quattro temi relativi alla redazione del saggio breve sono la letteratura come esperienza di vita, le sfide del XXI secolo e la competenza del cittadino nella vita economica e sociale, Mediterraneo atlante geopolitico d'Europa, sviluppo scientifico e tecnologico dell'elettronico e dell'informatica che ha trasformato la comunicazione.
La traccia per il saggio di ambito tecnico scientifico propone invece ai candidati "lo sviluppo scientifico e tecnologico dell'elettronica e dell'informatica" che "ha trasformato il mondo della comunicazione che oggi è dominato dalla connettività. Questi rapidi e profondi mutamenti offrono vaste opportunita' ma suscitano anche riflessioni critiche".

Renzi: "Curioso di leggere i commenti dei ragazzi" - E poco dopo la pubblicazione delle tracce, è arrivato su Twitter anche il commento del premier.



Giannini: "Impegno ma non frustrazione" - Lunedì si chiude il tris degli scritti con il cosiddetto quizzone, messo a punto dalla singole commissioni. Tra gli studenti serpeggia l'ansia. E non basterà a renderli più sereni la rassicurazione arrivata dal ministro Giannini



Meno allegati nelle tracce - L'invio delle tracce attraverso un plico telematico. Si tratta di 'buste' criptate recapitate per via informatica alle scuole. Per la loro apertura è necessaria una password diffusa alle scuole via mail, attraverso il sito del Miur e il profilo twitter @MiurSocial. E quest'anno anche novità. "Abbiamo semplificato i materiali allegati alle tracce - ha annunciato lo stesso ministro - perché ogni studente possa concentrarsi maggiormente sulla propria personale elaborazione".

Leggi tutto