Mafia Capitale, Buzzi chiede di patteggiare 3 anni e 6 mesi

1' di lettura

Il giorno dopo il sequestro di beni per 16 milioni riconducibili al ras delle cooperative, arriva la notizia della richiesta di patteggiamento depositata al gip. Buzzi è accusato tra l’altro di associazione per delinquere di stampo mafioso e corruzione

Condanna a tre anni e sei mesi di reclusione e 900 euro di multa. E' quanto chiede di patteggiare Salvatore Buzzi, ras delle cooperative e uno dei principali indagati nell'inchiesta sulla cosiddetta Mafia Capitale. La Procura di Roma, secondo quanto si apprende, darà però parere negativo alla richiesta.

La richiesta di patteggiamento da parte di Buzzi, accusato di associazione per delinquere di stampo mafioso, corruzione ed altro, è stata fatta con un'istanza depositata al gip Flavia Costantini a fronte della richiesta di giudizio immediato formulata recentemente dalla Procura per 34 indagati raggiunti da ordinanza di custodia cautelare in occasione della prima “retata” dello scorso dicembre. Il processo è fissato per il prossimo novembre.

Lunedì 15 giugno la Guardia di Finanza ha eseguito un sequestro di beni per 16 milioni di euro, ritenuti riconducibili proprio allo stesso Buzzi.

Leggi tutto