Monviso, ritrovati morti i due alpinisti dispersi

1' di lettura

Erano precipitati nella giornata di martedì da una quota di circa 2.700 metri e la nebbia aveva ostacolato i soccorsi. Le due vittime, di 60 e 51 anni, erano originarie della Val di Susa. Lunedì un altro escursionista era morto sulla stessa montagna

Sono stati trovati morti i due alpinisti caduti martedì 2 giugno nella zona di Punta Venezia, sul massiccio del Monviso, nel Cuneese. Sono precipitati mentre percorrevano i sentieri sul versante del monte verso la valle Po, ad una quota di circa 2.700 metri. La nebbia aveva ostacolato i soccorsi e a dare l’allarme, nella giornata di mercoledì, è stato un alpinista francese.
E' la seconda tragedia della montagna in pochi giorni. Lunedì scorso, sempre sul Monviso, era morto un altro escursionista, un uomo di 59 anni di Biella, dopo una caduta lungo la parete sud.

Le due vittime, i cui corpi sono stati recuperati e portati all’obitorio di Crissolo, sono Franco Candetti, 60 anni, residente a Rubiana, e Marino Ambrosia, 51 anni, di Borgone di Susa.

Roberto Isabello, presidente del Cai di Almese, nel Torinese, ricorda Franco Candetti come un alpinista molto esperto: "Non riesco a credere che sia potuto accadere a lui. Era un alpinista molto esperto, con anni di escursioni alle spalle, un nostro socio storico". "Franco - aggiunge - stava preparando un'escursione all'estero, non so di preciso dove. Aveva già pagato tutte le assicurazioni necessarie. Questa disgrazia ci ha davvero colpiti".

Leggi tutto