Roma, auto pirata: continua la caccia ai due in fuga

1' di lettura

La macchina, che stava scappando dalla polizia a 180 km/h, è piombata su un gruppo di passanti, uccidendo una donna. Otto feriti. Arrestata una 17enne. Il questore: ricerche ancora in corso. La famiglia di uno dei due ricercati: "Chiediamo scusa"

Stavano aspettando l'autobus a una fermata alla periferia di Roma quando una Lancia Lybra lanciata a velocità insensata li ha falciati senza rallentare, uccidendo sul colpo una donna filippina di 44 anni. A terra sono rimaste altre quattro persone, tra urla e sangue sull'asfalto. La macchina pirata, inseguita da una volante della polizia che le aveva intimato l'alt poco prima, ha proseguito la corsa e investito altre due donne in motorino e un'altra a piedi. I tre a bordo hanno poi abbandonato l'auto e due di loro sono fuggiti a piedi, con gli agenti alle calcagne. Si tratterebbe di due minorenni. Il questore di Roma ha parlato di "ricerche ancora in corso". Intanto i familiari di uno dei due chiede perdono: "Vogliamo chiedere scusa alla famiglia della vittima dell'incidente e a tutti i feriti".

Arrestata una 17enne - Una ragazza di 17 anni, una nomade del campo della Monachina, è stata bloccata e quindi arrestata nella mattinata di giovedì. Per lei la Procura presso il Tribunale dei minorenni di Roma ha contestato il reato di concorso in omicidio volontario.

Il bilancio: un morto e otto feriti - Alla fine il bilancio di pochi minuti di follia è di un morto - una donna filippina di 44 anni - e otto feriti, tre dei quali in codice rosso. Si tratta di altri due filippini, un uomo di 38 anni e una donna di 47 ricoverata in codice rosso; 3 donne italiane, una di 33 anni in codice rosso e altre due di 19 e 29 anni; due ragazze francesi di 24 anni, di cui una in codice rosso; infine un ragazzo moldavo di 22 anni.



Le testimonianze - Tremenda la scena raccontata dai testimoni. "Ho sentito le sirene della polizia e poi un gran botto - dice Franco Palozzi, che abita davanti alla fermata metro -. Mi sono affacciato alla finestra e c'erano delle persone per terra, ferite. Una donna che non si muoveva, la testa fracassata". "C'era sangue ovunque", ha riferito un commerciante di via Battistini, una zona molto popolosa e con tantissimi negozi.



Scoppia la polemica politica - Immediata la polemica politica, con l'opposizione in Campidoglio che dice "basta al buonismo di Marino con i Rom" e la leader di Fdi-An Giorgia Meloni che afferma: "Di fronte a delinquenti senza legge che rubano e uccidono il buonismo è complicità". Su Facebook invece Matteo Salvini scrive: "Quando torneremo al governo, raderemo al suolo uno per uno tutti 'sti maledetti campi Rom, partendo da quelli abusivi". Su Facebook e Twitter si scatenato i commenti rabbiosi degli utenti, tra un "cacciamoli tutti!" e un "i Rom devono morire". 

Salvini a Sky TG24: "Colpevole in galera e buttare la chiave"


Leggi tutto