Incendio Fiumicino, Alitalia: fino a lunedì -40% dei voli

1' di lettura

Continuano i disagi nel principale scalo romano a seguito del rogo scaturito al Terminal 3. Alcuni voli sono stati cancellati, altri potranno subire ritardi. Tecnici al lavoro per verificare lo stato delle strutture andate a fuoco

Alitalia informa che, a seguito dell'incendio scaturito al Terminal 3 dell'Aeroporto di Roma Fiumicino, per disposizione delle Autorità Aeronautiche, nelle giornate di Sabato 9, Domenica 10 e Lunedì 11 maggio il numero dei voli autorizzati in partenza e in arrivo su Roma Fiumicino è stato ridotto del 40% rispetto alla normale programmazione. Alitalia, prosegue la nota del vettore, sarà pertanto costretta a cancellare numerosi voli in partenza o con destinazione Roma Fiumicino. Altri voli potranno subire ritardi. Tutti i passeggeri con biglietto da o per Roma Fiumicino nei giorni 9,10 e 11 maggio sono pertanto invitati a controllare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto consultando la sezione "Info Voli" del sito Alitalia.com, utilizzando le app Alitalia, o contattando il numero verde 800.650055.



Cambio di prenotazione e rimborso - I passeggeri coinvolti dalle cancellazioni hanno diritto alla riprotezione su nuovi voli Alitalia, modificando la propria prenotazione entro lunedì 18 maggio, o al rimborso del biglietto in caso di cancellazione. Il cambio della prenotazione o il rimborso del biglietto possono essere richiesti all'agenzia di viaggio presso la quale è stato acquistato il biglietto, o chiamando il numero 06.65640, tasto 3, nel caso il biglietto sia stato acquistato sul sito Alitalia. In considerazione dell'inagibilità del Terminal 3, la Compagnia ricorda che tutte le operazioni di accettazione dei passeggeri Alitalia ed Etihad Airways per voli nazionali, internazionali e intercontinentali si svolgeranno al Terminal 1.

Tecnici a lavoro per verifica di ripristino del Terminal 3 - Decine di tecnici della Belfor Italia, azienda leader per il cosiddetto "disaster recovery" incaricata da AdR, sono intanto al lavoro da questa mattina al Terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino. Gli addetti, una trentina in tutto, stanno cercando di verificare lo stato delle strutture andate a fuoco. Sarà poi proprio la stessa società, che già da ieri ha cominciato le opere di pulizia del terminal, a programmare il ripristino dell'area, una volta che la Procura di Civitavecchia - che ha aperto un'inchiesta per incendio colposo - avrà dissequestrato l'area. Ieri il pm titolare del fascicolo ha voluto verificare di persona l'entità dei danni provocati dalle fiamme ispezionando l'area coinvolta dall'incidente. Al momento non ci sono indagati.

Leggi tutto