Fiumicino: riaperto il Terminal 3, a rischio un volo su due

1' di lettura

Dopo il rogo che ha coinvolto una parte dello scalo, proseguono i disagi nell'aeroporto più grande d'Italia. E si prova a far luce sulla dinamica dell'incidente: l'ipotesi più accreditata è quella di un cortocircuito

Aeroporto di Fiumicino al 50% della sua capacità anche per tutta la giornata di oggi, dopo l'incendio che ieri ha coinvolto il Terminal 3 e ha causato enormi disagi ai passeggeri ma anche al traffico di Roma (FOTO - VIDEO - LA CRONACA DELLA GIORNATA).
"Oggi riaprono 16 varchi del Terminal 3", ha annunciarlo il presidente dell'Enac, Vito Riggio. "La procura ci ha dato il via libera, la società di pulizia è al lavoro per ripristinare la funzionalità dei varchi. Appena concluso si procederà alla riapertura".

Le cause dell'incendio - Sulle cause del vasto incendio, che ha coinvolto una parte rilevante dello scalo romano, è attesa in procura un'informativa sui rilevamenti di Vigili del fuoco e Polari. L'ipotesi più accreditata è un corto circuito e i vigili del fuoco hanno fatto questa mattina un nuovo sopralluogo al Terminal 3 per stabilire il punto di partenza esatto e le cause dell'incendio.
In particolare si dovranno stabilire le cosiddette “concause” che hanno provocato una rapida diffusione dell'incendio che avrebbe viaggiato nei controsoffitti. A quanto riferito dai vigili del fuoco, le loro squadre sono arrivate sul posto in meno di quattro minuti da quando è stato dato

Il disagio dei passeggeri - Intanto, i disagi dei passeggeri proseguono, come raccontano le testimonianze di chi è arrivato a Fiumicino in attesa di partire, scoprendo che il proprio volo è stato cancellato.

Il video:

Leggi tutto