Fonti di Polizia: 9mila migranti in partenza da Libia

1' di lettura

A Palermo è approdato il cargo King Jacob che ha prestato soccorso alla nave naufragata con centinaia di persone a bordo. L'equipaggio, molto scosso, ha richiesto l'aiuto di psicologi. Intanto, la Ue stanzia più fondi ma si divide sui richiedenti asilo

L'Europa si mobilita e cerca di affrontare quella che è ormai è diventata un'emergenza dalle proporzioni impressionanti: stanzia più fondi, come deciso dal vertice Ue che è stato convocato il 23 aprile a Bruxelles, ma resta ancora divisa sui richiedenti asilo (SPECIALE MIGRANTI - INFOGRAFICA - VIDEO).
Intanto, continuano gli sbarchi di migranti sulle coste italiane e, secondo fonti di Polizia, sarebbero in partenza dalla Libia circa 9mila persone.

In arrivo 9mila migranti - Secondo indiscrezioni fornite anche dall'Intelligence, la prossima settimana dovrebbero arrivare 1500 migranti e altri 7500 tra 15 giorni.

Psicologi sulla King Jacob - Intanto, è attraccato a Palermo il cargo King Jacob, la nave portoghese che per prima è partita in mare per prestare soccorso all'imbarcazione naufragata nel Canale di Sicilia, trascinando in mare oltre 800 persone, e con la quale è entrata in collisione a cause delle errate manovre dello scafista che governava il mezzo carico di profughi. Ed ora emerge con forza l'umana fatica e lo shock emotivo cui i marinai sono stati sottoposti quella domenica, quando si sono trovati centinaia di corpi senza vita. L'equipaggio, composto da 18 marinai di origine filippina ha infatti richiesto a bordo la presenza di psicologi e preti; a quanto si apprende sono molto scossi e non avrebbero ancora parlato con nessuno di quanto hanno visto quella notte.

Immigrazione: ospiti centro Pozzallo rifiutano i pasti - Un altro dramma è quello che vivono gli ospiti del centro di prima accoglienza di Pozzallo (Ragusa), in prevalenza siriani e palestinesi. Ormai da ore rifiutano i pasti e chiedono di essere trasferiti e lasciare presto la Sicilia. Attualmente il centro ospita 113 migranti, in prevalenza si tratta delle famiglie arrivate a Pozzallo 4 giorni fa. Per il viaggio alcuni migranti hanno pagato anche 8500 euro a testa. Il settimanale l'Espresso, in edicola il 24 aprile, pubblica la telefonata tra una donna e uno scafista che le offre 7 posti a bordo di un barcone diretto in Italia. Il numero di telefono è stato denunciato nel 2013 ma risulta attivo ancora oggi. VIDEO


Leggi tutto