Strage Tribunale Milano, Giardiello non risponde al Gip

1' di lettura

Dopo il malore di sabato, interrogatorio di garanzia per l'uomo accusato di aver ucciso tre persone. La vedova dell'ex socio dell'imputato dice no ai funerali di Stato: "Non mi interessa la vetrina delle autorità".

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Claudio Giardiello, l'imprenditore che giovedì ha ucciso tre persone in Tribunale a Milano (FOTO, VIDEO, LA CRONACA DELLA STRAGE). Lo ha spiegato l'avvocato Nadia Savoca, al termine dell'interrogatorio di garanzia avvenuto nel carcere di Monza la quale ha parlato di "stato confusionale" in cui verserebbe il suo assistito. Sabato scorso era stato semplicemente convalidato l'arresto, per via di un malore che avrebbe colto l'imputato. E mentre è ancora polemica sulla sicurezza del palazzo di Giustizia, con le guardie giurate che protestano per via della vigilanza affidata "a portieri", sempre oggi, giorno dell'autopsia sui corpi delle tre vittime, è stata annunciata la data dei funerali delle tre vittime. Funerali che saranno di stato per il giudice Fernando Ciampi e l'avvocato Lorenzo Claris Appiani, mentre i famigliari della terza vittime, l'ex socio di Giardello Giorgio Erba hanno espresso il desiderio di una cerimonia in forma privata.

Vedova ex socio: "No a funerali di Stato" - "Sono lusingata se i famigliari delle altre vittime che stimo - un bravo giudice e un bravo avvocato - hanno pensato che si potessero fare i funerali tutti insieme, ma a me non importa la vetrina delle autorità", dice in un'intervista a Stampa e Secolo XIX, Rosanna Mollicone, moglie di Erba. "Io non sono mai stata contattata da nessuno, tanto meno da Matteo Renzi o da altre persone dello Stato come ho letto. E non ho ricevuto alcuna telefonata dal cardinale Angelo Scola come qualcuno aveva preannunciato. Allora preferisco che mio marito sia ricordato dai suoi amici".
"I funerali di mio marito avverranno mercoledì alle 10,45 nel Duomo di Monza", spiega Mollicone. "Io credo molto in Dio. Credo che davanti a lui siamo tutti uguali senza distinzioni. Preferisco che in chiesa ci siano tutte le persone che lo amavano e lo rispettavano, non una parata di autorità. Per mio marito sarebbero stati più importanti i suoi amici con cui divideva la passione del volo a vela".

Probabile presenza Renzi ai funerali al Duomo di Milano
- La cerimonia di Stato per le altre due vittime si svolgerà invece nel Duomo di Milano, sempre di mercoledì. Secondo il sindaco del capoluogo lombardo Piaspia, con buona probabilità ai funerali sarà presente Matteo Renzi.

L'ex moglie: "Ci dispiace tanto per le famiglie delle vittime" - Intanto ai microfoni di Sky TG24 parla Anna Siena,  ex moglie di Claudio Giardiello. "Mi dispiace tantissimo per le famiglie che hanno avuto questo dolore. Mi dispiace per loro e capisco quello che provano. Noi non avalliamo il gesto che ha fatto il mio ex marito, è una cosa inconcepibile” dice la donna. “Lui – ha spiegato - si è comportato sempre bene con noi negli anni passati. Poi è successa questa crisi del suo lavoro, incomprensioni coi suoi soci, ed era in grave difficoltà. Non dormiva più, si sentiva abbandonato, voleva essere aiutato perché stava male, era depresso e prendeva psicofarmaci”.



Leggi tutto