Affonda barcone al largo della Libia: almeno 9 morti

1' di lettura

Operazione della Guardia costiera, che ha soccorso l'imbarcazione e tratto in salvo 144 persone. Negli ultimi tre giorni sono stati soccorsi nel Canale di Sicilia 5.629 migranti diretti in Italia

Un barcone carico di immigrati si è rovesciato a circa 80 miglia dalle coste della Libia, da dove era salpato. I corpi di nove persone sono stati recuperati da unità della Guardia costiera, che hanno tratto in salvo 144 superstiti (lo speciale sbarchi). "Ci auguriamo che non ci siano altre vittime  -  dice a Sky TG24 il portavoce della Guardia Costiera a Sky TG24 - ma il bilancio potrebbe aumentare". Impegnati nelle operazioni per prestare soccorso a "questi disperati", ricorda Filippo Marino, ci sono anche la Finanza, la Marina militare, i mercantili.

Continua l'emergenza sbarchi - Negli ultimi tre giorni - dal 10 al 12 aprile - sono stati soccorsi nel Canale di Sicilia 5.629 migranti diretti verso l'Italia. Nella sola giornata di domenica 12 aprile il Centro Nazionale Soccorso della Guardia Costiera ha coordinato gli interventi di assistenza a 22 tra gommoni e barconi fatiscenti.



242 migranti a Porto Empedocle nel pomeriggio
- Rimandato a martedì invece l'arrivo a Porto Empedocle del rimorchiatore Cougar con a bordo 242 migranti recuperati nel Canale di Sicilia. Le operazioni di sbarco saranno coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera.

Leggi tutto