Autismo: un'app per migliorare l’accoglienza ospedaliera

1' di lettura

Presentato a Pordenone un nuovo progetto dedicato alle persone affette da autismo. L’applicazione consente, con un codice iconico, fotografico o video, di mostrare nel dettaglio al paziente come avvengono visite e esami medici

Si chiama VI.CO – HOSPITAL ed è una nuova applicazione per smartphone e tablet ideata per aiutare persone con disturbi della comunicazione, in particolare affette da autismo, ad affrontare visite mediche e ricoveri. Il progetto è stato presentato a Pordenone, oggi 2 aprile, nella giornata mondiale dell’autismo, dalla Fondazione Bambini e Autismo Onlus, uno dei centri nazionali di eccellenza nell’ambito dei disturbi dello spettro autistico (ASD). L'obiettivo è "migliorare l’accoglienza ospedaliera di persone con disturbi dello spettro autistico e altri disturbi o difficoltà di comunicazione e a favorire la collaborazione del paziente durante esami, procedure e visite mediche"

"Con l’applicazione e i suoi linguaggi visivi – spiega la dottoressa Cinzia Raffin, direttore scientifico della Fondazione Bambini e Autismo Onlus – si ottiene immediatamente l’attenzione e l’interesse dei pazienti, con risultati straordinari. Per fare un esempio, un ragazzo autistico che fino a pochi mesi fa doveva essere contenuto per il prelievo del sangue, dopo aver sperimentato la App porge spontaneamente il braccio al medico".

L’applicazione, sviluppata in collaborazione con l’ospedale di Pordenone, consente di scegliere, a seconda del livello di comprensione, se utilizzare il codice iconico, fotografico o video per mostrare nel dettaglio al paziente in difficoltà come avvengono visite e esami medici. Man mano che si procede con successo lungo il proprio percorso medico-ospedaliero, si guadagnano gettoni, che alla fine corrisponderanno ad un premio per la collaborazione del paziente. La nuova App sarà disponibile entro un mese. Uno strumento in più, per migliorare la qualità della vita delle tante persone affette da autismo e delle loro famiglie.

Per chi volesse sostenere il progetto è disponibile l'Iban: IT57O053361250000004046285 Banca Friuladria Pordenone

Leggi tutto