Rapina con 10 feriti nel Napoletano, fermati 2 carabinieri

1' di lettura

Scene da far west con sparatorie fra la folla a Ottaviano. Due militari sono stati sottoposti a fermo per rapina aggravata e tentato omicidio plurimo. Intanto a Napoli, in un altro conflitto a fuoco, una persona è stata uccisa e un'altra è rimasta ferita

Dieci feriti in una mancata rapina in un supermercato per la quale due Carabinieri in congedo sono stati sottoposti a fermo per rapina aggravata e tentato omicidio plurimo: succede a Ottaviano (Napoli), dove mercoledì si sono vissute scene da far west con sparatorie fra la folla, inseguimenti e incidenti stradali. I due Carabinieri, uno originario di Cercola (Napoli) e l'altro di Chioggia (Venezia), entrambi in forza al Battaglione Mestre e in congedo ordinario in Campania, sono stati subito sospesi dal servizio. Entrambi sono feriti e si trovano piantonati in ospedale (tutti i dettagli nel video in alto).

A Napoli un morto e un passante ferito -
Sempre nella giornata di mercoledì una persona è morta ed un'altra - che non era l'obiettivo dei sicari - è rimasta ferita in un agguato nel Rione Conocal del quartiere di Ponticelli, a Napoli. E' la stessa zona dove sono state arrestati ieri 40 appartenenti a clan e dove gli investigatori con video hanno registrato la guerra tra clan e il clima violento. La persona uccisa è Ciro D'Ambrosio, di 42 anni, pregiudicato per reati legati principalmente al contrabbando. Nell'agguato è rimasto ferito di striscio un ragazzo bengalese di 18 anni che si trovava alla fermata dei bus in attesa del mezzo.

Leggi tutto