"Lady 'Ndrangheta", viaggio tra le madrine calabresi

1' di lettura

Su Sky TG24 e sul canale 27 del Digitale Terrestre i documentari a cura di Beatrice Borromeo: ritratto, femminile, di una delle organizzazioni criminali più temibili e feroci del mondo. Anche in streaming su SkyTG24.it

"Vuoi che ti dica che ruolo hanno gli uomini? Nessuno". Sono le donne il perno centrale della ‘ndrangheta, sono le donne a comandare, sono le donne a dirigere l’orchestra. Donne capocosche, che tagliano droga, ordinano omicidi, trafficano armi. Sono loro le Lady 'Ndrangheta. Regine e principesse con pistole e bazooka al posto degli scettri.

Su Sky TG24 il ritratto, femminile, di una delle organizzazioni criminali più temibili e feroci del mondo a cura di Beatrice Borromeo. I documentari di "Lady 'Ndrangheta", prodotti da Wildside - andati in onda il 6 marzo alle 21 su Sky TG24 HD (canali 100 e 500 di Sky) e in chiaro sul canale 27 del Digitale Terrestre - sono un viaggio dalla Calabria all’Inghilterra passando per Milano. Un racconto inconsueto e sconvolgente del ruolo delle donne nell’organizzazione mafiosa che sta allungando la sua ombra su molti Paesi del mondo. Guarda la prima parte:



Donne a capo delle cosche -
Lady 'Ndrangheta ripercorre le vicende di Marisa Merico Di Giovine e di sua nonna Maria Serraino, "mamma eroina". E racconta di Angela Bartucca, moglie del boss Rocco Anello, che seduce i giovani che girano intorno al clan, che poi scompaiono misteriosamente. La mafia numero uno al mondo, che fattura più di Cosa Nostra, viene narrata in un racconto approfondito e inedito attraverso le interviste alle sue donne. Guarda la seconda parte:



Disponibile anche on line - Il dibattito attorno ai temi trattati nel documentario si estende anche ai canali ufficiale Facebook e Twitter di Sky TG24: fb.com/SkyTG24 e twitter.com/SkyTG24.

Leggi tutto