Catania, neonata morta: nove indagati per omicidio colposo

1' di lettura

Tra le persone sotto inchiesta per la morte della piccola Nicole anche medici e personale Utin. Gli ispettori: la clinica non avrebbe segnalato la gravità del caso alle unità di terapia intensiva. Quattro indagati per il bimbo deceduto a Trapani

Sono nove gli indagati dalla Procura di Catania nell'ambito dell'inchiesta sulla morte della piccola Nicole, deceduta su un'ambulanza verso Ragusa per mancanza di posti letto negli ospedale della città. Tra loro ci sarebbero medici della clinica Gibiino e personale Utin (Unità di terapia intensiva neonatale). Il reato ipotizzato è omicidio colposo.

Le indagini –
Sarebbero due gli aspetti su cui si stanno concentrando gli inquirenti: da un lato l'individuazione delle responsabilità dirette nel decesso, dall'altro – fanno sapere i magistrati – "la valutazione di responsabilità per omissione con riferimento alla messa a disposizione delle unità di rianimazione neonatale, alle segnalazioni di insufficienza di quelle funzionanti, alla previsione di meccanismi atti a far fronte ad emergenze nella situazione data".

A Catania gli ispettori del ministero – Dai primi accertamenti compiuti dagli ispettori del Ministero della Salute, risulterebbe che la clinica Gibiino di Catania non avrebbe segnalato la gravità del caso della piccola Nicole alle Utin, le unità di terapia intensiva neonatale contattate; mentre il 118 avrebbe dovuto inviare la piccola paziente all'unità di terapia intensiva più vicina, cioè quella di Messina. L'Utin messinese non sarebbe stata
contattata perché 'fuori distretto', ma aveva la disponibilità del posto letto.

Il responsabile del 118 in Sicilia: “Nulla sarà tralasciato per risalire alle cause della tragedia”



Bimbo morto a Trapani, indagati 4 medici - Intanto ci sono quattro nomi nel registro degli indagati della Procura di Trapani per la morte del piccolo Daniel, nella serata di venerdì scorso. Gli avvisi di garanzia riguardano quattro medici coinvolti che avrebbero scambiato per influenza un caso di meningite. E c'è un indagato anche per la morte della piccola Rosa Buonomo, la bambina di otto mesi morta il giorno dopo essere tornata a casa, dimessa dall'ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Si tratta del medico che ha firmato le dimissioni della bimba giovedì scorso, deceduta 24 ore dopo nonostante la corsa dei genitori al pronto soccorso non appena si sono resi conto delle sue difficoltà respiratorie.

Leggi tutto