Freddo e neve sull’Italia, allerta al Centro-Nord

1' di lettura

L’aria gelida proveniente dall’Artico porta maltempo in diverse regioni. Pioggia e grandine sulla Campania, smottamento negli scavi di Pompei. Venti forti sul Gargano. “Big Snow” entrerà nel vivo giovedì, con nevicate anche in pianura. PREVISIONI

Centro-Nord sotto la neve e temporali sulle regioni meridionali. L'aria fredda proveniente dall'Artico ha raggiunto l'Italia, già colpita dal maltempo dei giorni scorsi e porterà soprattutto nelle giornate di giovedì e venerdì (LE PREVISIONI) abbondanti nevicate su buona parte della Pianura Padana. La neve ha già imbiancato le pianure del Piemonte e l’entroterra ligure, mentre piogge sparse hanno iniziato ad interessare il Nord Est, le regioni centrali e la Sardegna. Neve anche sull’Appennino fino a quote collinari.

Voragini a Napoli, smottamento a Pompei - Situazione critica in Campania, dove pioggia, grandine e neve interessano tutte le province. A Napoli sono diverse le situazioni di criticità per voragini aperte lungo le strade cittadine, ma anche alberi, rami e cartelloni pericolanti (FOTO).
Uno smottamento di terreno ha interessato anche parte del giardino della Casa di Severus negli scavi archeologici di Pompei, lungo il costone roccioso meridionale.
Il cedimento del terreno ha riguardato anche una piccola parte del muro di contenimento del giardino, sovrapposto al banco lavico del costone.



Forte mareggiata nel golfo e vento di libeccio hanno creato inoltre problemi ai collegamenti marittimi tra il capoluogo e le isole.
Emergenza maltempo anche in Puglia, in particolare sul Gargano dove sono diversi i danni causati soprattutto dalle forti raffiche di vento che durante la notte hanno sfiorato gli 80 chilometri orari.

Scuole chiuse ad Avezzano - A causa della neve il sindaco del comune abruzzese di Avezzano Giovanni Di Pangrazio ha disposto con propria ordinanza la chiusura delle scuole della città di ogni ordine e grado. Istituti regolarmente aperti, invece, a L'Aquila dove nelle ore scorse sono caduti fra i 3 e i 5 centimetri di neve.

Acqua alta a Venezia - Acqua alta a Venezia, dove la punta massima di marea ha toccato i 115 centimetri sullo zero mareografico. Il fenomeno dell'allagamento ha interessato circa il 20% del suolo cittadino, in particolare l'area marciana dove l'acqua alta ha toccato circa i 35 centimetri. Per giovedì mattina è prevista una marea molto sostenuta che verso le 11 dovrebbe toccare una massima di 130 centimetri, con l'acqua alta che interesserebbe gran parte della città.

“Big Snow” – La cosiddetta “Big Snow” è attesa per domani, giovedì 5 febbraio. Sono previste nevicate fino a in pianura al Nord, in particolare su Basso Piemonte, Bassa Lombardia ed Emilia. Al Centro maltempo con acquazzoni sparsi ed anche qualche temporale; neve in collina o più in basso sull'alta Toscana. Al Sud tempo di nuovo in peggioramento con piogge e temporali in marcia da Ovest verso Est. Neve oltre i 600-1000m.

Leggi tutto