Maltempo, torna la neve sui monti al Nord

Foto di archivio
1' di lettura

Una perturbazione atlantica porta nevicate anche abbondanti sulle Alpi e sulle Prealpi. Cortina d’Ampezzo si è svegliata sotto 20 centimetri di neve. Fiocchi anche sugli Appennini, piogge sul resto del Centro. LE PREVISIONI

La neve tanto attesa è arrivata. Sulle Dolomiti venete questa mattina si registrano già 50 centimetri di manto fresco a 2.000 metri d'altitudine. Cortina d'Ampezzo si è vista imbiancata in poche ore da uno strato di oltre 20 centimetri. Merito di una perturbazione atlantica in transito sull'Italia che, come ha avvertito la Protezione civile, nell’arco della giornata porterà abbondanti nevicate al Nord (PREVISIONI) inizialmente sopra ai 1200-1400 metri sulle Alpi e ai 1.400-1.700 metri sulle Prealpi. Dalla serata del 17 gennaio la quota neve scenderà fino agli 800-1000 metri, con accumuli al suolo generalmente abbondanti. In Friuli Venezia Giulia sono attese precipitazioni diffuse e persistenti, anche a carattere di rovescio o temporale.

Neve anche sugli Appennini, mentre sulle zone pianeggianti del Centro sono attese piogge, che in Toscana potrebbero essere anche di forte intensità. Domenica 18 gennaio mentre al Nord il tempo migliorerà, con sole prevalente quasi ovunque ad eccezione di nubi residue sul Triveneto che porteranno ancora nevicate sui rilievi oltre i 400-800 metri. Il maltempo si concentrerà soprattutto al Centro e al Sud con piogge e nevicate sugli Appennini sopra i 1300/1600 metri.

Leggi tutto