Ebola, medico Emergency guarito: “Tornerò in Sierra Leone”

1' di lettura

Il commissario straordinario dello Spallanzani: “Possiamo annunciare la guarigione del paziente". Sarà dimesso oggi. L'uomo era stato colpito dal virus lo scorso novembre: "Quello che è stato fatto per me - dice - è davvero grande". VIDEO

Il medico di Emergency ammalatosi di Ebola in Sierra Leone, dove si era recato come volontario per contribuire alla lotta al virus, è ufficialmente guarito. Lo ha annunciato oggi il commissario straordinario dell'ospedale Spallanzani di Roma (VIDEO).


Il medico di Emergency: "Fatto qualcosa di davvero grande" - I medici "hanno fatto qualcosa di grande". Così, con poche parole, il medico di Emergency ha ringraziato i colleghi che gli hanno salvato la vita (VIDEO). Il medico di Emergency ha brevemente ricostruito la sua vicenda: "Dopo i primi giorni durante i quali per mantenere la mente impegnata cercavo di analizzare ogni sintomo in modo sistematico, c'è stato un momento in cui la luce della coscienza si è spenta, un buco di due settimane in cui non ricordo nulla. Lì tutti i buoni propositi di mantenere la razionalità sono andati a farsi benedire, e il medico è stato spiazzato dal paziente".



"Tornerò in Sierra Leone" - "Prima devo ricostruire il mio tono muscolare - ha spiegato Fabrizio - poi voglio tornare in Sierra Leone per completare quello che ho iniziato". Alla domanda sul momento del contagio, il medico ha chiarito che "è impossibile ricostruirlo, ogni momento è buono quando si curano malati altamente contagiosi. Io ho seguito le procedure che ho eseguito decine di volte".

Dal ricovero alla guarigione - Fabrizio Pulvirenti - il primo e per ora unico italiano contagiato da Ebola - era stato ricoverato lo scorso 25 novembre all'ospedale specializzato Spallanzani di Roma, dove era stato curato con un farmaco sperimentale e col plasma di persone guarite dallo stesso virus (LO SPECIALE). Dopo alcuni giorni le sue condizioni si erano aggravate, per poi tornare stabile. Il 18 dicembre i medici avevano sciolto la prognosi.


Leggi tutto