Norman, interrogato il comandante: "Procedure rispettate"

1' di lettura

Ascoltato per 5 ore Argilio Giacomazzi. Il bilancio è di 11 vittime, tra cui almeno due italiani. Incerto il numero di dispersi. Il procuratore di Bari a Sky TG24: mancano notizie di un centinaio di persone. In un video i momenti drammatici del rogo

Ha risposto per cinque ore e mezza alle domande del pm Ettore Cardinali e degli ufficiali della Capitaneria di Porto di Bari, il comandante della Norman Atlantic, Argilio Giacomazzi, giunto nella serata di martedì a Brindisi a bordo della nave San Giorgio, insieme a più di 200 passeggeri (l'arrivo dei superstiti a Bari: foto) del traghetto andato in fiamme domenica scorsa durante il tragitto dalla Grecia all’Italia (FOTO - VIDEO: in un filmato i momenti drammatici del rogo). Giacomazzi è accusato di naufragio colposo, omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. Insieme a lui è indagato anche l’armatore della nave, Carlo Visentini.

L'avvocato: "Chiarito ogni aspetto" - "Abbiamo chiarito ogni aspetto rispondendo a tutte le domande", ha detto l'avvocato Alfredo Delle Noci, difensore del comandante Giacomazzi. A quanto si è appreso, le domande del pm Ettore Cardinali che coordina le indagini sull'incendio, si sono concentrate anche sulle procedure di sicurezza attivate dopo il rogo fino alle fasi di evacuazione. Il comandante ha spiegato di aver rispettato le procedure e di aver dato un primo allarme interno all'equipaggio perché verificasse l'entità dell'incendio e non creasse il panico tra i passeggeri, e solo in un secondo momento, come da procedure, l'allarme a tutta la nave.

Arrivati altri naufraghi - Nella giornata di mercoledì 31 dicembre è arrivato a Taranto il mercantile maltese Aby Jeannette che trasporta altri 39 passeggeri superstiti dell’incidente che finora ha provocato 11 vittime (tra cui almeno due camionisti italiani), mentre non si conosce ancora per certo il numero delle persone disperse.

Il pm di Bari: "Mancano notizie su un centinaio di persone"
- "Mancano notizie di un centinaio di persone", ha detto a Sky TG24 il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe aggiungendo che il relitto raggiungerà le coste pugliesi (VIDEO).

La Guardia Costiera: "Salvate 477 persone"
- In serata poi la Guardia costiera, dopo le ultime verifiche, ha consegnato al ministero degli Esteri, alla Procura di Bari e al Governo greco la lista nominativa delle 477 persone tratte in salvo sulla Norman Atlantic. Sarà ora possibile, viene sottolineato, effettuare i riscontri con la lista di imbarco stilata dalle autorita' del porto di Patrasso, in Grecia.

Si tenta aggancio rimorchiatore - Intanto i rimorchiatori della ditta brindisina Barretta sono riusciti ad agganciare con uno speciale cavo da traino il traghetto Norman Atlantic. La nave è stata messa in sicurezza ma le condizioni del mare in tempesta sono proibitive e per questo le operazioni di traino non sono ancora cominciate. "La nave è ferma", dice il titolare della ditta a Sky TG24.

Leggi tutto