Norman, 11 vittime. Attesa per l’arrivo di altri naufraghi

1' di lettura

Oltre 200 superstiti sono approdati al porto pugliese (FOTO). Incertezza sui dispersi: mancano all'appello 179 persone, ma potrebbero essere su mercantili greci. Due marinai albanesi sono morti durante le manovre per l'aggancio del traghetto

E' attraccata nella serata di martedì al porto di Brindisi la nave San Giorgio, con oltre 200 naufraghi del Norman Atlantic (l'arrivo dei superstiti a Bari: foto). L'arrivo dell'imbarcazione è slittato di qualche ora, in quanto si è trattenuta nelle vicinanze del traghetto in avaria, che è ora diretto verso l'Albania. Altri 39 naufraghi sarebbero dovuti arrivare al porto di Manfredonia (Foggia), ma sbarcheranno invece a Taranto per le cattive condizioni meteo. Il loro arrivo è atteso nella giornata di mercoledì 31 dicembre.

Due italiani tra le vittime. Morti anche due marinai albanesi - Intanto sale il bilancio delle vittime e c'è grande incertezza sulla sorte dei dispersi. Sono 11 i morti accertati e tra questi vi sono anche degli italiani. Si tratta di due autotrasportatori che sarebbero già stati riconosciuti in fotografia dai familiari, mentre un terzo autotrasportatore risulta ancora disperso. I tre avevano 32, 34 e 55 anni ed erano tutti dipendenti dell'azienda ittica Eurofish di Napoli. Un grave bilancio, che potrebbe però non essere definitivo, e che si è aggravato a causa dell'incidente a un rimorchiatore intervenuto nelle operazioni di rimozione del relitto: due marinai di nazionalità albanese sono morti durante le manovre per l'aggancio del traghetto, al largo di Valona. Sono stati colpiti da un cavo che si è spezzato. (la cronaca della giornata - tutte le foto).

Procuratore: "Presumibile che vi siano altre vittime sul relitto" - E c'è ancora incertezza sui possibili dispersi. Il Procuratore di Bari, durante una conferenza stampa, al riguardo ha detto che tra le persone che mancano all'appello ci potrebbero essere molti clandestini e che a bordo dell'imbarcazione al momento dell'incendio ci sarebbero state 499 persone. Di 179 però non si hanno notizie: potrebbero essere sulle navi greche, ha aggiunto il Procuratore.

Indagati comandante ed armatore - Sul fronte delle indagini, sono indagati per naufragio ed omicidio plurimo colposi il comandante Argilio Giacomazzi (che ha lasciato per ultimo l'imbarcazione) e l'armatore del Norman Atlantic Carlo Visentini. Ad attivarsi sono state le procure di Bari, Brindisi e Lecce che indagano per naufragio, omicidio e lesioni colposi, ma fonti investigative fanno sapere che saranno i magistrati di Bari a occuparsi del caso. La nave è stata posta sotto sequestro ed è polemica su alcuni controlli dell'imbarcazione. Emergono inoltre diversi dettagli dalle prime testimonianze dei naufraghi. Nelle ore concitate dell'incendio, alcuni uomini avrebbero picchiato le donne per essere salvati prima (qui una testimonianza di Sky TG24).

Foto, video, ultimi aggiornamenti
:

Leggi tutto