Messa di Natale, il Papa: il mondo ha bisogno di tenerezza

1' di lettura

Solenne celebrazione nella Basilica di San Pietro, presenti circa 5mila fedeli. L'evento è stato trasmesso in 3D su Sky 3D e Sky TG24. Prima della liturgia, il Pontefice ha telefonato ai profughi iracheni: "Siete come Gesù"

In un mondo ancora segnato da "violenze, guerre, odio, sopraffazione", ci sarebbe invece tanto bisogno di "tenerezza". E' questo, secondo Papa Francesco, il messaggio del Natale (FOTO): la "tenerezza di Dio" verso l'uomo, incarnata in "un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia", la cui venuta è "la luce che squarcia il buio". Ed è il sentimento di cui il Pontefice ha parlato nella messa della notte di Natale, ma anche nella telefonata fatta nel pomeriggio ai profughi cristiani del campo di Ankawa, nei pressi di Erbil, in Iraq, cui ha espresso la sua vicinanza dicendo loro: "Voi siete come Gesu'".

Trasmessa per la prima volta su Sky 3D e Sky TG24 HD - Ci lasciamo raggiungere dalla "tenerezza" di Dio, ci lasciamo abbracciare, oppure gli impediamo di avvicinarsi? Abbiamo il coraggio di "accogliere con tenerezza le situazioni difficili e i problemi di chi ci sta accanto, oppure preferiamo le soluzioni impersonali, magari efficienti ma prive del calore del Vangelo?". E ancora: "Quanto bisogno di tenerezza ha oggi il mondo!". Sono state queste le parole di Papa Francesco pronunciate durante la liturgia seguita in San Pietro da circa 5 mila fedeli e trasmessa per la prima volta in diretta in tre dimensioni grazie alla produzione del Centro Televisivo Vaticano in collaborazione con Sky 3D su Sky 3D (canale 150) e, in contemporanea in Alta Definizione, su Sky TG24 HD.

Il Papa telefona ai profughi iracheni - Prima della liturgia il Pontefice ha voluto telefonare al campo profughi di Ankawa, nei pressi di Erbil, capoluogo del Kurdistan iracheno, dove hanno trovato rifugio migliaia di cristiani che l'Isis ha messo in fuga da Mossul e dalla Piana di Ninive. "Cari fratelli vi sono vicino, molto vicino con tutto il cuore. Dio vi i carezzi con la sua tenerezza". E ha aggiunto: "Voi siete come Gesù la notte del suo Natale, quando è stato cacciato via. Siete come Gesù in questa situazione e questo fa pregare di più per voi".

Leggi tutto