Genova, rissa fuori dalla discoteca: muore un ragazzo

1' di lettura

Lite in un locale nel ponente genovese. Un 20enne è deceduto dopo una coltellata al torace, ferito un suo amico e una giovane che ha riportato gravi lesioni al volto per una bottigliata. Fermato l'aggressore, coetaneo della vittima: avrebbe confessato

Un morto, un ferito grave e una ragazza con lesioni al volto per una bottigliata. E' il pesante bilancio di una rissa fuori da una discoteca in periferia di Genova, riaperta da pochi giorni dopo la chiusura ordinata dal questore per motivi di ordine pubblico.
Il presunto aggressore, un ragazzo di 20 anni, è stato sottoposto a fermo per omicidio volontario aggravato e tentato omicidio aggravato. Il giovane avrebbe confessato durante l'interrogatorio della polizia.

La dinamica - Secondo quanto appreso, la rissa è iniziata dentro la discoteca ma è degenerata una volta fuori dal locale dell'area di Campi, nel ponente genovese. Coinvolti un gruppo di 30 persone, tutti armati con coltelli. Quando la polizia, avvertita da alcuni abitanti della zona, è giunta sul posto ha trovato a terra i due feriti. Pablo Francisco
Trivino, 20 anni, è stato è stato trasportato all'ospedale San Martino dove è morto intorno alle 8.30 per una coltellata al petto, l'altro, Diego Armando Veliz Arcalle di 24 anni, con ferite di arma da taglio, è ricoverato al Villa Scassi (operato, sarebbe fuori pericolo).

Rintracciato il presunto assalitore - Qualche ora dopo, grazie anche alle indicazioni del ferito, gli agenti sono riusciti a rintracciare il ragazzo che avrebbe accoltellato la vittima. Si tratta di un giovane, con regolare permesso di soggiorno, accompagnato in questura dove poi è stato sottoposto a fermo.

Accoltellati due studenti a Roma - Aggressione anche nella Capitale: due studenti romani di 21 e 22 anni sono stati soccorsi vicino a una discoteca nella zona dello Stadio Olimpico, a Roma, con ferite d'arma da taglio. Il più grave è stato sottoposto a un intervento di asportazione della milza.

Leggi tutto