Maltempo, un morto a Crema. Paura per la piena del Po

1' di lettura

A Milano restano chiuse le scuole in zona 9. Tromba d'aria nel tarantino: centinaia di ulivi distrutti. Ieri le vittime sul Lago Maggiore e a Biella.  Liguria, le immagini aeree dopo il disastro: VIDEO. Gabrielli: "Non possiamo pagare questi dazi"

Dovrebbe essere finalmente in allontanamento la perturbazione che ha colpito l'Italia (LE PREVISIONI), e che mercoledì ha causato altre due vittime, in Piemonte e Lombardia. Un bilancio che si è aggravato nella mattina di giovedì, quando a Crema i Vigili del Fuoco hanno recuperato il corpo di un uomo nei pressi di un mulino invaso dall'acqua.


Gabrielli: "Non possiamo permettere di pagare questi dazi"
- Un Paese "come il nostro che può stare di diritto tra i primi nel mondo, non può permettersi di pagare dazi di questa portata", dice intanto il capo della Protezione civile Franco Gabrielli, da Lavagna (Genova), parlando delle vittime delle alluvioni.



Travolto mentre apriva una chiusa  -
A Moscazzano, un uomo di 36 anni è morto annegato mentre, stando a una prima ricostruzione, stava aprendo una chiusa per far defluire l'acqua da una roggia. La tragedia è accaduta nei pressi di un ristorante. Si trovava con altre persone che hanno dato l'allarme quando l'uomo è sparito dalla loro vista dopo essere caduto in acqua. La testimonianza di un soccorritore:

Preoccupa il Po - A preoccupare ci pensa il Po che nella giornata di giovedì ha superato livello 2. La protezione civile dell'Emilia-Romagna prevede il superamento del livello 3 a Casalmaggiore e Boretto nelle prime ore di domani, a Borgoforte nel pomeriggio. Ha attivato quindi dalle 4 di venerdì l'allarme per piena per Colorno, Mezzani, Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla e Luzzara. Resta il preallarme (criticità moderata 2, con livelli prossimi al 3) per i comuni piacentini e parmensi già oggetto d'allerta 2 giorni fa.

Piemonte - In Piemonte, intanto, si contano i danni che, secondo quanto afferma l'assessore regionale all'Ambiente, Alberto Valmaggia, dovrebbero ammontare a "oltre 100 milioni di euro".

Lombardia - Nella notte tra mercoledì e giovedì precipitazioni meno intense nel Varesotto, dove è esondato il lago Maggiore; a Monza ancora monitorato il Lambro; a Milano situazione verso la normalità in stazione Garibaldi, invasa dall'acqua del Seveso - (LE FOTO).

Liguria - In Liguria non piove, ma resta drammatica la situazione di Leivi, dove l'11 novembre ha perso la vita una coppia di coniugi. L'Ascom di Chiavari, intanto, ha chiesto al governatore della Regione lo stato di calamità per i commercianti alluvionati. Intervista al sindaco di Chiavari - VIDEO

Conta dei danni nel tarantino - Si contano i danni anche nel tarantino, dove una tromba d'aria ha distrutto molti uliveti. 1000 le piante sradicate secondo la Coldiretti, questo significa danni per gli imprenditori. VIDEO


Leggi tutto