Roma, mamma e due bambini trovati morti in casa

1' di lettura

Unica superstite la figlia di 4 anni, ricoverata in gravi condizioni. Sui corpi delle vittime numerosi tagli. L'ipotesi degli investigatori: la donna avrebbe ferito il marito, da ieri in ospedale, e poi ucciso i figli prima di suicidarsi

Una donna che prima ferisce il marito con una coltellata in pancia e poi, mentre lui si trova in ospedale, uccide due dei tre figli piccoli con una mannaia, ferisce gravemente il terzo, infine si impicca. Sarebbe questa, secondo gli investigatori, la dinamica della tragedia accaduta a Roma in un appartamento di via Carlo Felice. La famiglia, di origini marocchine, viveva da tempo nello stabile, un palazzo occupato abitato soprattutto da famiglie di immigrati, in particolare magrebini e sudamericani.

Una sopravvissuta - In gravi condizioni la figlia di 4 anni trasportata all'ospedale San Giovanni. "L'operazione alla trachea è finita ed è andata bene, la bimba è stabile e sedata. Ora è nelle mani degli ortopedici che stanno intervento sulle ferite alle falangi", ha detto all'Adnkronos Salute il dg dell'Azienda ospedaliera Ilde Coiro.

Il marito ricoverato in ospedale - Il marito e padre delle vittime è invece ricoverato al San Giovanni da ieri notte. Il 43enne è arrivato al pronto soccorso intorno alle 4 con una ferita da taglio all'addome. Solo questa mattina avrebbe raccontato di essere stato ferito sotto casa, e avrebbe chiesto all'ospedale di mandare un'ambulanza e verificare le condizioni di moglie e figli.

Leggi tutto