Ascoli, sparò a due operai, si suicida in carcere

1' di lettura

L'uomo era stato arrestato lo scorso settembre, dopo aver ucciso due suoi ex dipendenti per una questione di compensi arretrati. Si sarebbe impiccato con una corda formata da lenzuola e federe

Si è tolto la vita impiccandosi nella sua cella del carcere di Ascoli Piceno Gianluca Ciferri, l'imprenditore edile di Fermo, che il 15 settembre scorso, aveva ucciso a colpi di pistola due suoi ex operai kosovari, che erano andati a chiedergli stipendi arretrati. La notizia è stata confermata dal legale dell'uomo.

Stando a quanto si è appreso dal carcere, Ciferri si è impiccato alla grata della finestra del bagno con una corda formata da lenzuola e federe. L'imprenditore non era solo in cella, ma il compagno lo ha trovato già morto: erano circa le 4 di notte. Sembra che abbia lasciato una lettera

Leggi tutto