Sberle e calci ad alunni: sospeso maestro a Treviso

1' di lettura

Secondo un filmato, l'insegnante di una scuola elementare ha sottoposto a violenze bambini di 6 e 7 anni. L'indagine iniziata nell'aprile 2013 dopo la segnalazione di un dirigente scolastico. In passato l'uomo era già stato denunciato per lesioni colpose

Strattoni, tirate forti d'orecchi ma anche calci e sberle. E' questo, secondo un filmato, ciò che un maestro delle elementari di Treviso ha inflitto ai suoi alunni di 6 e 7 anni. A notificargli la misura cautelare è stata la squadra mobile di Treviso disposta dal tribunale del riesame di Venezia. La denuncia per maltrattamenti prevede dai due ai sei anni di carcere. L'uomo però era già stato denunciato in passato per lesioni colpose.

I filmati - Sono circa 20 gli episodi contestati all'uomo di 59 anni. Nei filmati registrati con microtelecamere nelle aule dove il maestro insegnava lo si vede usare i piedi e le mani contro i bambini. Bastava che si alzasse dalla cattedra per far scattare un'istintiva difesa degli scolari con le mani a coprire testa o sedere.
L'indagine è iniziata nell'aprile 2013 dopo la segnalazione di un dirigente scolastico, ma per 'intoppi' della magistratura locale il provvedimento di misura cautelare, fortemente voluto dal pm Massimo De Bortoli, è stato emesso solo a fine dello scorso settembre. Nel frattempo il maestro, già denunciato nel 2004 da un genitore per lesioni colpose ai danni del figlio, ha svolto il suo ruolo in tre diverse scuole con nuovi strascichi dovuti sempre ai suoi metodi violenti.  

Leggi tutto