Maltempo, al Nord si contano i danni. Grillo contestato

1' di lettura

Dal Piemonte all’Emilia si lavora per tornare alla normalità. Il sindaco di Parma: "Città ferita". I volontari all'ex comico, in visita a Genova: "Vieni a spalare". Napolitano: "Fatti sconvolgenti". M5S: "Renzi ha un morto sulla coscienza"

Mentre in Liguria è terminata l'allerta e si continua a lavorare per tornare alla normalità, l'ondata di maltempo si estende ad altre zone del Nord, e sulla necessità di prendersi cura del territorio arriva il monito del presidente Napolitano.
A Genova, ancora chiuse oggi le scuole, il Comune ha messo a disposizione online i moduli per certificare i danni e chiedere la sospensione delle tasse locali (QUI IL LINK). I funerali della vittima dell'alluvione si terranno giovedì ed è stato proclamato il lutto cittadino.

Napolitano: "A Genova fatti sconvolgenti"
- Su quanto accaduto a Genova le ferme parole dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che ha parlato di "fatti sbalorditivi e sconvolgenti". "Credo che stiamo vivendo un momento del Paese in cui l'attenzione non può non concentrarsi con la massima forza sulla tutela del territorio, sulla tutela del nostro patrimonio naturale, oltre che storico-artistico, perché stiamo vivendo dei fenomeni di spaventosa devastazione" ha detto Napolitano, parlando in occasione della fondazione del Corpo forestale.


Grillo contestato
-  Nel capoluogo ligure è arrivato Beppe Grillo, che è stato contestato da alcuni volontari al lavoro (FOTO). Uno dei cosiddetti angeli del fango gli ha detto: "Vuoi una pala, vieni a spalare". Lui ha risposto: "Ci sono già i parlamentari: spalano merda in Parlamento figurati se hanno problemi con il fango qua". E ha aggiunto: "Se vi fa piacere prendetevela con me se vi fa piacere sfogarvi". Uno dei volontari ha replicato: "Noi abbiamo bisogno che il Comune faccia il Comune, la Regione la Regione, lo Stato lo Stato".

M5S: "Renzi ha un morto sulla coscienza" - Dal M5S invece arriva un attacco frontale al premier: "Quando l'incapacità politica porta alle tragedie, cio' che tutti sanno e pensano va urlato: Matteo Renzi, insieme al suo governo, ha un morto e milioni di euro di danni sulla coscienza. Vedere Renzi speculare in televisione sull'alluvione di Genova e' ai limiti del sopportabile"  si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook Senato 5 stelle.

Maltempo sul Nord Italia - Ma il maltempo nelle ultime ore ha colpito duramente altre zone del Nord, come il Piemonte, in particolare l’alessandrino, e la provincia di Parma, con la parte sudoccidentale della città allagata dall’esondazione del torrente Baganza. A Parma oggi le scuole resteranno chiuse. Problemi anche in alcune zone della Lombardia, come il varesotto e in Veneto. Ed ora la perturbazione si sta spostando sulle regioni centrali (LE PREVISIONI).

Alessandria chiede lo stato di calamità - La Provincia di Alessandria ha chiesto lo stato di calamità. Le situazioni più critiche ieri si sono registrate a Gavi e a Novi. Gavi è stata colpita da una vera e propria bomba d'acqua: ben 420 millimetri, in pratica la metà di quanto in questa zona piove durante un anno intero. "Oggi alle 16 in prefettura ad Alessandria firmo la richiesta dello stato di emergenza al Governo. E da subito ci saranno 5 milioni della Regione per le maggiori emergenze" ha annunciato il presidente del Piemonte Sergio Chiamparino parlando in Consiglio regionale. "La protezione civile ha dato un tempestivo allarme nel pomeriggio di domenica. Ci sono profondi disagi a Novi Ligure con alcuni sottopassi bloccati e frane nella zona collinare. Ma la situazione al momento è sotto controllo".

Pizzarotti: "Parma città ferita" - Resta altissima l'emergenza a Parma per l'esondazione del torrente Baganza. Un'ampia zona della città nell'area sud-ovest è completamente invasa da fango e detriti. Le zone più colpite sono il quartiere Montanara, il quartiere Navetta e l'area di piazzale Fiume sino a barriera Bixio, antica porta del centro storico.  (FOTO)  “Finito ora il giro di controllo. Situazione molto peggio del previsto a causa del molto fango. Oggi ne esce una città ferita e debole a questo tipo di eventi, mai vista in 40 anni acqua a barriera Bixio" ha scritto in un post pubblicato durante la notte su Facebook, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti.

Leggi tutto