Genova: premi per lotta a dissesto idrogeologico, è polemica

1' di lettura

La denuncia di un consigliere comunale a Sky TG24: "Almeno 4 dirigenti hanno ricevuto retribuzioni di risultato per gli obiettivi raggiunti". Uno dei premiati replica: "Non posso fermare l’acqua con le mani, dovevo mitigare il rischio e l’ho fatto"

"Almeno quattro dirigenti del Comune hanno regolarmente percepito, anche quest’anno, delle retribuzioni di risultato per gli obiettivi raggiunti. Obiettivi come la mitigazione del rischio degli edifici ubicati nelle aree di maggior rischio idrogeologico, monitoraggio del territorio, appalti idro, drenaggio urbano, schermatura del torrente Bisagno, l’intervento di adeguamenti idraulici". Lo denuncia a Sky TG24 il consigliere comunale di Genova Enrico Musso, ex candidato sindaco del capoluogo ligure (il video integrale). Parole forti che infiammano la polemica politica sull’alluvione che ha ucciso l'infermiere Antonio Campanella e devastato un largo pezzo della città di Genova.

Premi dai 6 ai 17mila euro - Secondo quanto afferma Musso, i quattro dirigenti del Comune di Genova nel 2014 hanno ottenuto "retribuzioni di risultato" tra i 6 mila e i 17 mila euro in più dello stipendio "visto il loro buon lavoro per la sicurezza idrogeologica della città".

La dirigente risponde: abbiamo mitigato il rischio - Parole alle quali replica così, ai microfoni di Sky TG24, una delle persone che hanno ricevuto il premio risultato. "Non posso conseguire un premio per fermare l’acqua con le mani. Il mio obiettivo era mitigare il rischio ed è quello che ho fatto lavorando insieme alle altre istituzioni per raggiungere una maggiore sicurezza delle persone. Purtroppo una persona è mancata. Sono certa però che con il nuovo sistema che abbiamo messo in piedi le famiglie sono più tranquille quando i loro figli vanno a scuola" ha detto a Sky TG24 la dirigente della Protezione Civile Genova Monica Bocchiardo.

Leggi tutto