Genova, sindaco Doria contestato. Sospese Tasi, Imu e Tari

1' di lettura

Resta critica e preoccupante per le pessime previsioni meteo la situazione a Genova e nei comuni vicini, colpiti giovedì notte dalla devastante alluvione che ha ucciso l'infermiere Antonio Campanella e devastato intere aree della città. Sale il bilancio dei danni, ora stimati in 300 milioni, e cresce la paura per una seconda alluvione che potrebbe arrivare nelle prossime ore. La Protezione civile ha infatti emanato una Allerta 2, il massimo grado del rischio, fino a lunedì alle ore 24 (tutte le foto - la mappa - i video).

Sindaco contestato - Insieme alla preoccupazione e all'ansia per il futuro, in queste ore aumenta però anche la rabbia tra i genovesi, che hanno duramente contestato il sindaco Marco Doria durante il suo primo sopralluogo nel Quadrilatero del Fango, dopo l'esondazione del torrente Bisagno. "Vai a casa"; "Pagliacci, ancora parlate, dimezzatevi gli stipendi"; "Prendi la pala e pulisci" gli hanno gridato contro i commercianti. Ma c'è anche chi ha usato toni pacati: "Cercate chi vi può aiutare anche tra i cittadini, raccogliete le idee di chi può dare una mano". Il sindaco, che ha annunciato la "sospensione delle tasse locali", ha comunque tenuto a precisare che potrebbe anche pensare alle dimissioni se questo "aiutasse a risolvere i problemi".

Renzi: 2 miliardi per Genova - Nelle stesse ore, il cardinale Bagnasco è tornato tra gli alluvionati per offrire conforto e dai microfoni di Sky TG24 ha definito inaccettabile il fatto che 35 milioni già stanziati e pronti da spendere per la messa in sicurezza del torrente Bisagno "siano rimasti bloccati per tre anni a causa di un contenzioso presso la giustizia amministrativa". Intanto, un primo aiuto ai cittadini potrebbe arrivare dal governo che, con Matteo Renzi ha annunciato che troverà i soldi tra i 2 miliardi non spesi per i ritardi della burocrazia.

Il consigliere: premi ai dirigenti del Comune per la lotta al dissesto  - E' destinata a far discutere però la notizia che anche quest'anno almeno 4 dirigenti comunali hanno ricevuto premi di produzione tra i 6 mila e i 17 mila euro per gli obiettivi raggiunti nel loro lavoro contro il dissesto idrogeologico. Questo, quanto ha denunciato a Sky TG24 il consigliere comunale Enrico Musso (VIDEO). Accuse alle quali risponde una dei 4 premiati: Il mio obiettivo era mitigare il rischio ed è quello che ho fatto. Sono certa che con il nuovo sistema che abbiamo messo in piedi le cose andranno meglio” ha detto a Sky TG24 la dirigente della Protezione Civile Monica Bocchiardo (VIDEO).

Leggi tutto