Ragazzo seviziato a Napoli, resta in carcere il 24enne

1' di lettura

Il gip ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare per il giovane che ha aggredito il 14enne in un autolavaggio. I reati contestati sono tentato omicidio e violenza sessuale. L'accusato chiede scusa e si difende: era uno scherzo

Non poteva non immaginare che il suo gesto avrebbe avuto conseguenze devastanti sul 14enne. Per questo motivo il gip Antonio Cairo ha emesso nei confronti di Vincenzo Iacolare un'ordinanza di custodia cautelare. Resta dunque in carcere a Poggio Reale il 24enne accusato di aver aggredito e seviziato con il tubo dell'aria compressa un ragazzino in un autolavaggio del quartiere Pianura di Napoli.

Tentato omicidio e violenza sessuale - Nell'ordinanza, oltre al reato di tentato omicidio, il giudice per l'indagine preliminare ha aggiunto quello di violenza sessuale; anche se il giovane non intendeva abusare sessualmente del 14enne, ha comunque violato la sfera intima del minorenne. 

L'accusato si difende - Il 24enne, intanto, ha chiesto scusa alla vittima e alla sua famiglia. Ha provato a difendersi dicendosi dispiaciuto per quanto successo e spiegando che si è trattato di uno scherzo iniziato mentre il 14enne, steso su un divanetto, aspettava che gli fosse lavato il motorino.

Stabili le condizioni del 14enne - Il ragazzino è ancora ricoverato all'ospedale San Paolo di Napoli. E' in condizioni stabili ma la prognosi resta riservata. Secondo Raffaele dell'Aversano, direttore sanitario dell'Ospedale San Paolo di Napoli, dove il 14enne è  ricoverato, il ragazzino "potrà avere una vita normale".

Leggi tutto
Prossimo articolo