Morte di Bifolco, arrestato il latitante che era con lui

1' di lettura

Arturo Equabile è stato fermato dai carabinieri a Casoria. Secondo le ricostruzioni si trovava a bordo del motorino insieme al 17enne ucciso dal colpo sparato da un carabiniere

I Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno arrestato in serata Arturo Equabile, il latitante di 24 anni che secondo la ricostruzione degli investigatori era a bordo dello scooter sul quale si trovava Davide Bifolco, il ragazzo di 17 anni ucciso durante un inseguimento nel quartiere Traiano di Napoli.

Equabile aveva negato di essere a bordo dello scooter -
Equabile, da latitante, aveva rilasciato diverse interviste in cui dichiarava di non essere stato quella sera a bordo dello scooter con Bifolco e un terzo ragazzo; scooter che non si era fermato all'alt della pattuglia, con tre persone senza casci in sella alle 2 del 5 settembre scorso. Il 23enne aveva anche sostenuto di volersi presentare ai magistrati.

Latitante insieme a un'altra persona
- Equabile era insieme a una persona che verosimilmente lo stava accompagnando dalla fidanzata. Secondo quando si è appreso, si fa sempre accompagnare nei suoi spostamenti. I due sono stati fermati mentre erano in strada. Il suo accompagnatore, a differenza di quanto si era appreso prima, non è stato arrestato ma sarà denunciato per favoreggiamento.

Leggi tutto