Jihad, 5 indagati in Veneto in inchiesta su terrorismo

1' di lettura

Le indagini della procura di Venezia sarebbero legate alla vicenda di Ismar Mesinovic, il bosniaco residente nel bellunese morto in Siria all'inizio dell'anno in combattimento. L'ipotesi è che alcune persone abbiano svolto attività di reclutamento

Cinque persone, originarie probabilmente dei Balcani ma residenti in Veneto, risulterebbero indagate nell'ambito di un'inchiesta per terrorismo aperta dalla Procura distrettuale di Venezia e condotta dai Ros. Si tratterebbe – scrive il Corriere del Veneto – di elementi sospettati di essere vicini alle organizzazioni che si battono per la Jihad islamica. Le indagini sarebbero legate alla vicenda di Ismar Mesinovic, il bosniaco residente nel bellunese morto in Siria all'inizio dell'anno in combattimento dopo aver aderito alla Jihad.

L'ipotesi investigativa è che almeno alcuni di questi cinque abbiano svolto attività di reclutamento di persone - immigrati, ma non solo - interessate a raggiungere la Siria o l'Iraq per prendere parte alla “guerra santa” condotta dalle formazioni estremiste. Dopo l'allerta terrorismo lanciata nei giorni scorsi dal Ministero dell'Interno, si era intensificata in Veneto l'attività di intelligence sui centri islamici e sui soggetti considerati pericolosamente vicini al fondamentalismo.

Leggi tutto