Nuove piogge al Nord e caldo africano al Sud

1' di lettura

Una perturbazione porta temporali sull'Italia settentrionale mentre un’ondata di calore sta interessando il meridione. Nei prossimi giorni, in alcune zone, si toccheranno anche i 37-38 gradi. Il ministro Giannini: "No posticipo inizio scuole"

Dopo la breve pausa di bel tempo di Ferragosto, in questa estate che appare sempre più anomala arrivano i tradizionali temporali della seconda metà di agosto che rinfrescano l'aria, ma solo al Nord, mentre al Sud è attesa una nuova ondata di calore con temperature che raggiungeranno nei prossimi giorni anche i 37-38 gradi in alcune zone. Sono queste le previsioni dei meteorologi per la settimana che dovrebbe concludersi con un week-end di nuovo soleggiato in tutta Italia (LE PREVISIONI).

Il ministro Giannini: "No rinvio scuole" - Intanto, legata anche al meteo e all'estate anomala, è arrivata anche la risposta del ministro dell'Istruzione Giannini alla lettera del sindaco di Forte dei Marmi in cui chiedeva di posticipare l'inizio delle scuole per cercare di risollevare la stagione degli stabilimenti balneari, confidando in un settembre con una coda lunga dell'estate.
"Ringrazio il sindaco Buratti per la lettera - ha scritto il ministro -  Io, come lui, ho potuto constatare le difficoltà create alla stagione turistica dalle cattive condizioni meteorologiche. E però, al sindaco e a quanti in queste ore si concentrano sull'ipotesi di rinviare l'apertura dell'anno scolastico, non posso non ricordare che i calendari con le date di inizio e di fine delle lezioni vengono deliberati dalle Regioni che li hanno già comunicati alle scuole e al ministero in tempo utile per consentire la programmazione delle attività didattiche".

L'estate anomala - Che questa sia un'estate anomala lo confermano, dopo le rilevazioni della Nasa, anche i meteorologi e ricercatori del Climate Prediction Center della Noaa americana. Dalle mappe del Noaa si rileva che la temperatura media a luglio in quasi tutta l'Italia è stata sui 20-25 gradi (con punte 25-30 gradi nel cagliaritano, tra Siracusa e Trapani e a Reggio Calabria) con una differenza stagionale di meno 1-3 gradi nel Nordest e in parte del Centro.

I dati del mese di luglio - In buona parte dell'Italia peninsulare e in Sardegna a luglio è piovuto dal doppio al quadruplo in più rispetto alla norma e, in alcune zone del versante tirrenico, soprattutto tra Liguria di levante e Toscana, addirittura più del quadruplo (+400%). Inoltre, secondo il rapporto pubblicato sul sito del Servizio Idrologico della Regione Toscana, le precipitazioni del mese scorso mostrano valori pluviometrici medi regionali intorno ai 170 mm, con massimi oltre 450 mm nell'Alta Versilia e nel medio basso bacino del Serchio: "Si tratta di un evento eccezionale per il mese di luglio, con molte stazioni che hanno registrato il massimo storico mensile dal 1916 ad oggi".

Leggi tutto