Omicidio-suicidio in famiglia nel Potentino: quattro morti

1' di lettura

A San Fele un uomo di 65 anni ha ucciso la moglie e i suoi due figli e poi si è tolto la vita. All'origine del gesto, probabilmente, la sofferenza legata alle condizioni di disabilità di uno dei ragazzi

Quattro persone sono morte a San Fele (Potenza) in seguito a un omicidio-suicidio in famiglia. Un uomo ha ucciso la moglie e i suoi due figli e poi si è suicidato.
L'uomo, che aveva 65 anni, ha ucciso moglie e figli con una pistola che è stata trovata dai Carabinieri  nell'abitazione di famiglia, in località Difesa, alla periferia del paese. La moglie aveva 57 anni. I figli, uno dei quali disabile, avevano 32 e 27 anni.

E proprio la sofferenza legata alle condizioni di disabilità di uno dei figli sarebbe all'origine del triplice omicidio e del suicidio. L'uomo - che viveva in Toscana da circa un anno e da qualche giorno era tornato in Basilicata - pare non sopportasse più la sofferenza causatagli dalle condizioni di uno dei figli.

Leggi tutto