Napoli, parzialmente chiusa la Galleria Umberto I

1' di lettura

Durante un sopralluogo nella zona dove, lo scorso sabato, la caduta di calcinacci ha causato la morte di un 14enne, i vigili del fuoco hanno interdetto l'accesso di via Toledo per consentire le operazioni di messa in sicurezza. Protesta dei commercianti

Le operazioni di messa in sicurezza nella Galleria Umberto I di Napoli "hanno richiesto oggi e richiederanno nei prossimi giorni limitazioni parziali e temporanee dell'accesso". E' quanto si legge in una nota del Comune di Napoli. "Resta interdetto - aggiunge la nota - soltanto l'accesso di via Toledo" dove sabato scorso la caduta di calcinacci ha causato la morte di Salvatore Giordano, di 14 anni.

Giovedì 10 luglio il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, aveva firmato l’ordinanza per monitorare il rischio di altri cedimenti e crolli nella Galleria Umberto I di Napoli. In particolare, l'ordinanza sindacale "ordina di verificare, previe indagini a vista e/o strumentali, cornicioni, aggetti e elementi decorativi che si rilevassero in possibile pericolo di caduta e/o ammalorati; di provvedere agli eventuali necessari indispensabili interventi di messa in sicurezza, previo rilievo grafico e fotografico degli elementi da rimuovere per il successivo restauro e/o ricostruzione". E sono "a carico dei proprietari interessati gli oneri degli eventuali interventi da realizzarsi". Sono stati emessi, poi, 45 avvisi di garanzia per la morte del giovane colpito da un pezzo di cornicione. I reati ipotizzati sono omicidio e crollo colposi.

Leggi tutto