Milano, la piena fa riemergere due cadaveri

1' di lettura

Mentre migliora la situazione dopo gli allagamenti per le piogge e l'esondazione del Seveso, il corpo di una 85enne è stato recuperato in un canale. Un altro avvistato nel Lambro. Polemiche tra Comune e Regione. A Torino uomo muore travolto da albero

Mentre proseguono le polemiche politiche, è completamente rientrata, secondo quanto riferito stamani dalla Polizia locale, l'emergenza per gli allagamenti avvenuti a Milano in conseguenza delle forti piogge e dell'esondazione del fiume Seveso (FOTO - LE VOSTRE IMMAGINI). "Se ci saranno i presupposti chiederò lo stato di calamità", dice il sindaco di  Milano, Giuliano Pisapia.

Nella notte la piena controllata del Lambro - Nella notte tra martedì e mercoledì è stata superata senza particolari problemi - a parte l'allerta - la piena controllata del Lambro. Il deflusso delle acque nel Lambro si è reso necessario per il sovralivello del Lago di Pusiano, che avrebbe potuto creare allagamenti a Como e in altre città. La piena controllata è stata divisa in due fasi: una più leggera, intorno alle 19.30, e una seconda dalle 22 alle 23 circa. Risolti nella notte anche i problemi legati alla corrente elettrica.

I mezzi dell'Amsa hanno lavorato tutta la notte, concentrandosi nelle zone dove si erano creati i maggiori problemi, per ripulire le strade da fango e detriti, e per ripulire le bocchette delle fognature. I disagi però non sono stati limitati solo a Milano. Anche nelle province di Pavia, Bergamo, Mantova e Brescia si sono verificate forti piogge e allagamenti.

Piogge fanno riemergere due cadaveri - Intanto le piogge eccezionali che si sono abbattute im provincia di Milano hanno fatto riemergere due cadaveri. Il corpo di una donna di 85 anni è stato recuperato dai soccorritori del 118 a Inzago, estrema periferia settentrionale di Milano, in un canale che attraversa il centro abitato. Il secondo corpo, invece, è stato avvistato nel fiume Lambro, all'altezza di va Idro.

A Torino muore un uomo travolto da un albero
- Intanto a None, in provincia di Torino un uomo di 33 anni, di origine straniera, è morto travolt da un albero abbattuto da fulmine. Secondo quanto riferito dal 118, l'uomo avrebbe cercato rifugio proprio sotto l'albero che lo ha poi travolto. L'albero sarebbe stato spaccato in due da un fulmine. Sul posto i carabinieri.

Leggi tutto