Maturità, per gli studenti è il giorno del "quizzone"

1' di lettura

Terza e ultima prova scritta per i circa 500mila ragazzi alle prese con l’esame di Stato. I quesiti, su un massimo di 5 discipline, sono stati elaborati non dal Ministero ma dalle singole commissioni. È l'ultimo scoglio prima degli orali

Terza e ultima prova scritta per i circa 500mila studenti alle prese con l'esame di maturità. Dopo il tema di italiano e la verifica specifica per ciascun indirizzo, è la volta della prova multidisciplinare. Il cosiddetto “quizzone” ha come argomento un massimo di cinque materie che i maturandi hanno studiato durante l'ultimo anno scolastico. Superato anche questo scoglio, ai ragazzi del quinto anno non rimane che l'esame orale.

A differenza delle altre due prove, elaborate dal Ministero dell'Istruzione, il terzo scritto è stato preparato dalle singole commissioni d'esame: i ragazzi devono dimostrare di aver appreso le nozioni base delle materie studiate nel corso dell'ultimo anno. Gli studenti devono cimentarsi con domande a risposta chiusa o aperta, trattazioni sintetiche o esercizi.

Dal ''quizzone'' i #quasimaturi (così definiti dal Miur su Twitter) possono ottenere un massimo di 15 punti (il 10 è la sufficienza), che andranno sommati agli altri già ottenuti con il tema di italiano e la seconda prova.

Leggi tutto